I segnali che il tuo lavoro ti sta facendo ammalare

Come riconoscere se il tuo lavoro ti sta facendo ammalare? Ecco 6 segnali da non sottovalutare

La parola “lavoro” ci fa pensare subito ai numerosi appuntamenti in agenda, a tutte le attività da svolgere e soprattutto alle scadenze (imminenti o meno) che dobbiamo rispettare.

Svolgere le proprie mansioni lavorative richiede impegno, dedizione e una sana dose di pazienza. Molto spesso ci si trova di fronte a situazioni impreviste o a questioni di un certo rilievo che richiedono una soluzione immediata. Queste condizioni possono accumularsi nel tempo o, nei casi più al limite, diventare routine quotidiana. A questo punto, è del tutto normale che scappi qualche lamentela, ma se il malessere è più radicato, ci possono essere delle ripercussioni sulla salute.

Si sente spesso parlare di stress, ansia e depressione legati al lavoro: si stima che su 100.000 donne, 1.800 soffrano di queste patologie. Una cifra questa, che si alza notevolmente nelle carriere come l’infermieristica e l’insegnamento.

Ci sono però dei segnali che possono metterti in guardia sulla possibilità che ti stia ammalando al lavoro: eccone 6.

  1. Mancanza di motivazione e perdita di piacere nelle attività che dovrebbero essere piacevoli, come gli hobby o la socializzazione. Questi possono essere dei segnali significativi, indice di depressione legata al lavoro. Coltivare relazioni salutari e avere un buon rapporto con i propri colleghi può fare la differenza.
  2. Soffri di insonnia. Uno dei più classici segnali di stress, ma anche di ansia e depressione. Oltre ad avere un impatto dal punto di vista fisico, le conseguenze a cui si va incontro sono umore basso e costante ansia. Si tratta di un vero e proprio circolo vizioso che peggiora la qualità del sonno e il proprio umore. Come rimediare? Prima di andare a letto, meglio rilassarsi leggendo un buon libro o facendo un bagno caldo. Da evitare invece, sono le attività troppo stimolanti, ma anche mangiare tardi.
  3. Soffri di intestino irritabile. Mente e corpo sono un tutt’uno, proprio per questo motivo, non ci si deve sorprendere che lo stress da lavoro, sia la causa di problemi digestivi come dolore, nausea e intestino irritabile. Anche in questo caso si possono adottare alcuni semplici rimedi, come pianificare gli snack da consumare mentre si è a lavoro o dedicare il giusto tempo a uno dei pasti più importanti del giorno, la colazione.
  4. Hai spesso tosse e raffreddore. Se ti senti “malaticcia” e non nel pieno delle energie, potresti soffrire di stress da lavoro. Questa condizione infatti, indebolisce il sistema immunitario. Un po’ di attività fisica può essere un toccasana non solo per il corpo, ma anche per la mente. Basta dedicare del tempo a una passeggiata, oppure preferire le scale all’ascensore.
  5. Pensi che ci sia così tanto da fare, che non puoi concentrarti su un singolo compito. La tua mente corre come non mai, salta da una parte all’altra: ti senti fuori controllo e a disagio perché hai la sensazione di non riuscire ad affrontare la mole di lavoro. Migliora te stesso lavorando sulla sua autostima: avrai così maggiori possibilità di far fronte alle situazioni più difficili sul lavoro.
  6. Riscontri dei problemi al di fuori degli orari di ufficio. Lo stress sul lavoro può avere un impatto negativo sulle tue relazioni sociali, a partire da quelle più vicine, quindi con i familiari e con il partner. Trascorrere una parte del tempo, che invece dovresti dedicare a te stesso e alla tua famiglia lavorando o facendo straordinari, non farà altro che acuire la tua sensazione di malessere e che si ripercuoterà sulle relazioni.
I segnali che il tuo lavoro ti sta facendo ammalare