Cosa sente il feto nella pancia della mamma?

Il feto riesce a percepire carezze, suoni, voci e sapori nella pancia della mamma già nelle prime settimane di gravidanza

Sin dalle prime settimane di gravidanza, il feto percepisce una miriade di sensazioni e stimoli provenienti dal mondo esterno, come le carezze sulla pancia della mamma, ma anche i suoni, le voci e i sapori. Questo accade già quando cominciano a svilupparsi gli organi di senso, finché le percezioni diventano sempre meno confuse con l’avanzare della gravidanza e lo sviluppo del sistema nervoso. Secondo alcuni studiosi tedeschi, pur crescendo all’interno dell’ambiente protetto e ovattato dell’utero, il bambino riuscirebbe a sentire ciò che succede al di fuori del ventre materno, percependo persino i sentimenti e le emozioni della madre.

Cosa sente il feto dopo 20 settimane

A partire dalla ventesima settimana, il feto comincerà a percepire stimoli tattili esterni, come le carezze della mamma e del papà.
Il primo dei cinque sensi che sviluppa è, infatti, il tatto. I recettori sensoriali cominciano a comparire intorno alla bocca già intorno alla settima settimana di gravidanza, estendendosi per tutto il corpo soltanto intorno alla ventottesima. Nel corso del secondo trimestre, le sensazioni diventano sempre meno confuse e le reazioni del bambino sempre più visibili e intense al tocco della mamma. Intanto, si sono già formati i recettori dell’olfatto e le papille gustative: ora il feto è in grado di sentire odori e sapori di ciò di cui si nutre la madre attraverso il liquido amniotico. Secondo gli esperti, una volta nato, il bebè sarà in grado di riconoscere subito l’odore della sua mamma e trarrà conforto dal sapore familiare del latte.

Cosa sente il feto a 30 settimane

Intorno alla trentesima settimana di gravidanza, il feto può sentire e distinguere la voce della mamma e del papà, che si aggiungono all’universo sonoro a lui familiare dei rumori materni di fondo, come il battito cardiaco e il respiro della donna che lo porta in grembo. Già prima della 35esima settimana, l’udito del bambino è in grado di reagire ad alcuni stimoli sonori, e alcuni studi hanno registrato reazioni a determinati suoni fin dalla diciannovesima settimana. Gli esperti raccomandano di cominciare a parlare al bambino a partire dalla ventottesima settimana, così da fargli memorizzare i suoni a lui cari che potrà poi riconoscere una volta nato. E’ stato dimostrato che, in questa fase, il feto reagisce a rumori bruschi e stimoli uditivi forti, che gli provocano un’accelerazione dei battiti cardiaci, mentre ascoltare una musica dolce e melodiosa lo rilassa.

Cosa sente il feto nella pancia della mamma?
Cosa sente il feto nella pancia della mamma?