Come gestire l’atteggiamento di sfida dei figli dal nido alle superiori

L'atteggiamento di sfida del proprio figlio può essere davvero difficile da affrontare per molti genitori, ecco alcuni consigli

L’atteggiamento di sfida di un figlio può manifestarsi sia durante l’infanzia che durante l’adolescenza. Proprio quest’ultima, è nota come il periodo di maggiore ribellione, poiché un bambino che va incontro allo sviluppo si trova a dover affrontare una serie di cambiamenti. Gestire la ribellione per i genitori non è affatto facile, poiché non è comunque possibile controllare un’altra persona. Reagire in maniera eccessiva alla sfida non farebbe altro che intensificare la battaglia. Dal momento che la forza crea una resistenza, si tratta quindi di una strategia sconsigliata.

Non siate troppo esigenti con i figli, poiché per gestire un atteggiamento di sfida occorre risalire alla fonte di questo comportamento. Precisamente, i bambini piccoli stanno ancora cercando di comprendere se stessi e hanno il diritto di esprimere le loro opinioni. In tal caso basta davvero poco come dar loro un semplice abbraccio per accrescere la sintonia nel rapporto e cercare di ascoltare sempre le loro necessità. I bambini in età prescolare invece conoscono già le regole.

In tal caso bisogna comprendere che il loro atteggiamento di sfida non richiede disciplina, ma è semplicemente una richiesta di attenzioni. Basterà provare a ritrovare la sintonia col proprio figlio attraverso semplici azioni come un gioco da fare insieme. Se dovesse piangere, stategli accanto e accogliete le sue lacrime con affetto. Il bambino potrebbe avere semplicemente bisogno di avvertire la presenza di qualcuno per sentirsi motivato a collaborare. I bambini delle scuole elementari invece tendono ad assumere un atteggiamento ribelle quando avvertono che il genitore è sleale. In tal caso bisogna far capire loro che il rispetto è fondamentale e iniziare a porre dei limiti. I preadolescenti iniziano a sperimentare la sfida, poiché l’avvertono dai loro coetanei.

Ponete particolare attenzione al vostro approccio con loro, poiché a nessuno piace sentirsi dire cosa fare. Evitate di minacciare i vostri figli con tono aggressivo, ma cercate di essere sempre comprensivi. In particolare, gli adolescenti assumono un atteggiamento ribelle quando hanno perso il rispetto per i genitori. Per gestire al meglio l’atteggiamento di sfida di un figlio adolescente si consiglia di ascoltarlo e riflettere insieme per risolvere i problemi. Dire lui quanto lo amate e quanto significhi per voi, potrebbe rivelarsi davvero utile.

Come gestire l’atteggiamento di sfida dei figli dal nido alle&nb...