Le proprietà del pesce che fanno bene alla memoria

Gli Omega 3 ci difendono dal declino cognitivo. Mangiare pesce 2-3 volte a settimana ci difende dai danni vascolari al cervello

Pesci, crostacei, molluschi: la nostra dieta può dirsi varia e completa se sulla nostra tavola troviamo anche loro. Come sottolinea il Ministero della Salute, le proteine presenti nel pesce sono maggiormente digeribili rispetto alle altre carni: questo per la minore quantità di tessuto connettivo. Non solo proteine: il pesce contiene infatti sali minerali (calcio fosforo e iodio), ma sono soprattutto i fosfolipidi e grassi insaturi ad alta concentrazione di omega 3 ad avere effetti benefici sulla nostra salute. Uno studio ha mostrato, infatti, che un consumo di pesce almeno due-tre volte a settimana, può ridurre il rischio di danni vascolari celebrali sotto i 75 anni di età.

Registrati a DiLei per continuare a leggere questo contenuto
Bastano pochi click (ed è totalmente gratuito)