Piante carnivore da appartamento: tutti i consigli per coltivarle

Sono molte le persone che apprezzano le piante carnivore a cui si sono avvicinate per curiosità: ecco i consigli per coltivarle in casa

Le piante carnivore da appartamento sono caratterizzate da modeste dimensioni e hanno esigenze compatibili con l’habitat tipico dell’ambiente domestico: proprio per questo motivo è aumentato il numero di persone che ha deciso di coltivare queste particolari specie. Ma per quale motivo si definiscono carnivore? Al mondo esistono circa 600 specie di piante carnivore molto differenti tra loro: appartengono a 7 famiglie e 15 generi differenti. Tutte queste piante hanno una peculiarità che le accomuna: nella loro evoluzione hanno sviluppato sistemi appositi per catturare e digerire gli insetti; per questo motivo possono essere definite carnivore o insettivore.

Piante carnivore: i segreti per coltivarle

Prima di tutto bisogna capire quali sono le piante carnivore che possono vivere in appartamento: tre queste spiccano la Drosera capensis, la Dionaea muscipula e la Sarracenia purpurea. A differenza di altre tipologie di piante, più semplici da gestire, queste richiedono cure particolari, ecco quindi i consigli da seguire per crescere con successo le piante carnivore:

  • in inverno, le piante carnivore hanno bisogno di poche cure: vanno tenute in un ambiente umido e irrigate una volta a settimana. L’unico accorgimento da avere consiste nell’eliminare le foglie morte e mantenere un grado costante di umidità senza però provocare lo sviluppo di muffe;
  • in primavera e in estate invece è necessario porre le piante in una zona a mezz’ombra, lontano dai raggi del sole che potrebbero bruciarle. Inoltre in estate, a causa delle temperature più elevate, le irrigazioni dovranno essere più frequenti perché bisognerà tenere costantemente umido il terreno;

piante-carnivore-da-appartamento-insetto

Tra tutte le piante carnivore da appartamento, la Drosera capensis è la pianta insettivora più popolare e anche più adatta alla coltivazione in casa. Questa pianta cattura passivamente gli insetti che, quando si posano su di essa, rimangono incollati: nel tempo infatti ha sviluppato delle cellule ghiandolari che producono un liquido appiccicoso e quando un insetto di posa, non riesce più scappare. A quel punto la pianta carnivora ingloba lentamente l’insetto e lo digerisce. La Dionaea muscipula invece è una pianta che non supera i 10 cm di altezza e presenta delle foglie con margine dentato in grado di catturare gli insetti. Infine la Sarracenia purpurea è la pianta carnivora da appartamento più facile da coltivare perché è quella che meglio si adatta alle condizioni domestiche. Oltre ad essere esteticamente molto bella, attira gli insetti grazie a un nettare che li stordisce, facendoli cadere direttamente nell’imbuto della pianta, la zona in cui inizia la “digestione”.

piante-carnivore-da-appartamento-sarracenia-purpurea

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Piante carnivore da appartamento: tutti i consigli per coltivarle