Piante da giardino che resistono meglio a caldo e siccità

Caldo e siccità mettono a dura prova le piante in giardino d’estate, ma alcune specie resistono meglio a temperature elevate e carenza di piogge

Foto di Tatiana Maselli

Tatiana Maselli

Erborista e Editor specializzata in Salute&Benessere

Laureata in Scienze e Tecnologie Erboristiche, ambientalista e appassionata di alimentazione sana, cosmesi naturale e oli essenziali, scrive per il web dal 2013.

Proteggere le piante

Le temperature decisamente elevate e l’assenza quasi totale di precipitazioni mettono a dura prova le piante da giardino. Le piante sono esseri viventi estremamente adattabili ma possono soffrire quando le condizioni ambientali si discostano troppo dalle loro esigenze, ma ci sono alcune strategie da adottare per proteggerle. Esistono ad esempio alcuni accorgimenti per ridurre l’evaporazione di acqua dal terreno, molto più rapida a causa del caldo record.

Per mantenere la terra il più possibile umida e fresca, la prima strategia è quella di non sigillare il terreno con pavimentazioni che ne limitano o impediscono la permeabilità. Meglio scegliere materiali drenanti o porosi se si vole pavimentare un’area del giardino. Quando si creano passatoie e sentieri con le pietre, meglio distanziarle tra loro così che l’acqua piovana possa scorrere tra una pietra e l’altra e raggiungere il terreno e le radici delle piante.

La seconda strategia per frenare l’evaporazione dal terreno è quello di non lasciarlo spoglio; al contrario, meglio piantare sedum, muschio stellato, fragole, menta o fiore degli elfi. Anche la pacciamatura del terreno con foglie, paglia o sfalci di erba può aiutare a prevenire la perdita di acqua.

Infine, per ridurre il calore è bene creare ombra attraverso siepi, piante rampicanti, arbusti, alberi da frutto. Tra le specie più resistenti al sole e al caldo troviamo ad esempio l’alloro, la rosa canina, l’edera, il luppolo ma anche aceri, olmi, peri, albicocchi e peschi.

Se si ha spazio a sufficienza, un consiglio è quello di installare una cisterna nel terreno o creare piccoli percorsi in grado di raccogliere l’acqua piovana. Avere una riserva di acqua torna infatti molto utile quando le piogge scarseggiano e consente di risparmiare acqua potabile e a fronteggiare meglio eventuali limitazioni sull’uso di acqua.

Quali piante scegliere

Nella scelta delle piante da giardino una regola importante è quella di assicurare varietà di specie nel proprio spazio verde. Inserendo piante diverse, aumenta infatti la biodiversità e si attirano insetti impollinatori per periodi più prolungati. La presenza di insetti rende il giardino più resistente, un po’ come avviene negli ambienti naturali. Tra la scelta delle piante da mettere in giardino, meglio poi optare per specie autocnone, che partono avvantaggiate perché già abituate al clima delle nostre regioni.

Esistono poi specie di piante poco esigenti, che meglio si adattano a periodi caratterizzati da temperature elevate e scarsità di precipitazioni e che richiedono davvero poche cure. Oltre ad essere rustiche e resistenti, sono piante dal grande valore estetico capaci di dare soddisfazione anche ai giardinieri con poca esperienza.

Erbe per il prato

Tra le specie più adatte a crescere in condizioni di caldo e siccità troviamo le erbe aromatiche dell’area mediterranea da piantare nelle aiuole, per realizzare bordature o anche al posto del classico prato. Il prato può essere sostituito anche da specie fiorite selvatiche che crescono poco in altezza: in commercio esistono miscele di semi da sparpagliare in giardino all’inizio della primavera, per un prato colorato e resistente. Esempi di erbe da coltivare per un prato resistente al caldo e alla siccità sono:

  • timo
  • origano
  • maggiorana
  • santoreggia
  • menta
  • achillea
  • camomilla
  • galatella
  • epimedio o fiore degli elfi
  • geranio renardii
  • pervinca
  • nigella
  • papavero

Tutte queste specie richiedono un terreno secco, poche irrigazioni e poche cure, non temono il sole diretto e riducono l’evaporazione di acqua, dando modo ad altre piante di averne a sufficienza.

Piante da siepe e rampicanti

Le piante mediterranee sono perfette per realizzare siepi resistenti a temperature elevate e scarsità di acqua. Esempi sono:

Queste specie crescono bene anche in pieno sole e sono perfette per creare siepi profumate e commestibili. Le siepi possono essere anche intervallate da specie selvatiche come il cardo, l’echinacea, l’aquilegia, l’iperico o erba di San Giovanni, varietà di echinops, agastache, caryopteris, campanule e salvia ornamentale, perfette anche per le aiuole. Si tratta di piante che producono belle fioriture, regalando colore al giardino e attirando impollinatori utili.

Alberi e arbusti

Per creare ombra utile anche alle altre piante, si possono scegliere specie che non hanno un grande bisogno di acqua e che tollerano le temperature elevate come:

  • ginepro
  • cotognastro
  • corniolo
  • carrubi
  • cipresso
  • falso pepe
  • rusticano
  • acero
  • olmo
  • pero corvino
  • albicocco
  • pesco

La presenza di questi alberi e arbusti, oltre a garantire ombra e a richiedere poche cure, fornirà belle fioriture, frutti commestibili, fogliame colorato e ornamentale a seconda della specie scelta.