Come realizzare delle perfette unghie french

La french manicure è un grande classico che non passa mai di moda. Ecco come realizzarla

Se pensi che non sia un tipo di manicure trendy, sei fuori strada. La french manicure ha passato momenti di gran successo e altri di declino, ma non si può negare che sia uno stile che piace sempre, tanto da essere ormai considerata un evergreen.

Nata a metà del secolo scorso e diffusasi rapidamente tra le star di Hollywood, è presto diventata simbolo di eleganza e raffinatezza. Se vuoi sapere come si portano oggi le unghie french e come si è trasformata nel tempo questa moda, continua a leggere.

Che cos’è la french manicure

La nail french art è più di una moda. Si tratta di una vera e propria arte che ha attraversato i decenni adattandosi di volta in volta alle caratteristiche del momento.
La french manicure in origine prevedeva la sottolineatura della lunetta bianca dell’unghia, che doveva essere ampia e ben definita. Sebbene non ci siano informazioni certe sul suo inventore, è noto che ebbe un grande successo a partire dagli anni Settanta, quando veniva sfoggiata nelle passerelle delle sfilate parigine. Probabilmente fu proprio quello il motivo per cui le venne dato l’appellativo di french.

Negli anni Duemila tornò prepotentemente di moda e visse un periodo di grande successo. Oggi la french manicure viene unita ad altri stili, creando rivisitazioni particolari e piacevolissime in un insieme di giochi di colore dall’aspetto artistico. Le french unghie corte sono invece molto usate nelle cerimonie, soprattutto nei matrimoni. Le spose spesso le scelgono per l’eleganza, ma anche per la sobrietà che accompagna lo stile french corto.

Come fare la french manicure

La french manicure può essere eseguita da un professionista ma anche fatta in casa. Esistono in commercio kit completi per questo tipo di manicure e puoi facilmente trovare tutorial che ti insegnano come farla.

Se viene fatta dall’estetista può prevedere anche la microricostruzione dell’unghia, che la rende resistente e duratura.
In tal caso le unghie vengono disinfettate e viene usato un primer che ha la funzione di sgrassare l’unghia e di sollevare le lamelle di cheratina. Il primer viene lasciato asciugare finché l’unghia appare bianca, quindi viene stesa una base di gel che viene fatto polimerizzare con una lampada UV. Segue poi uno strato di smalto disteso secondo la forma dell’unghia: può essere squadrata (unghia french) oppure arrotondata (smile-line). Oppure possono essere scelte decorazioni di vario tipo, che rendono questo stile ancora più moderno e particolare.

French manicure

Come realizzare una perfetta french manicure – Fonte: 123rf

Quando invece viene fatto a casa, si usano tre smalti.

  • Per primo stendi uno smalto trasparente che ha una funzione come quella del primer di ristrutturare l’unghia e prepararla affinché lo smalto che verrà steso nel secondo step sia perfetto.
  • Quindi usa uno smalto semitrasparente french che risulta molto coprente e, se lo vuoi più coprente ancora, passane una seconda mano.
  • Traccia con un pennellino imbevuto di smalto la linea bianca della lunetta.
  • Infine, stendi uno smalto coat trasparente che sigilla gli strati inferiori e che rifinisce l’unghia.

Oggi si usa molto riproporre le unghie french associando altri stili: vere e proprie rivisitazioni che trasformano la cura delle unghie in arte. È così possibile così seguire le tendenze unghie della stagione senza rinunciare alla french manicure. Top coat effetto gel rosso scuro oppure colori pastello impreziosiscono le unghie french portate corte, dando un tocco di fantasia. Stondate, come richiederebbe la moda del momento, oppure leggermente squadrate, l’importante è che non siano troppo lunghe.

Come realizzare delle perfette unghie french