10 errori da non assolutamente fare quando usi la piastra per capelli

Piccoli trucchi per usare correttamente la piastra per capelli senza fare danni

Foto di Sophie Alice Pensavalle

Sophie Alice Pensavalle

Beauty Consultant e Content Creator

Skincare expert e consulente beauty, sui miei canali troverai una guida pratica per approcciarsi al mondo della skincare o per approfondire il tema.

La piastra per capelli è lo strumento più semplice e veloce da usare per la piega, ormai alla portata di tutti e per ogni esigenza di prezzo. Con la piastra si possono fare capelli ultra lisci, mossi, a onde o addirittura i boccoli, è sufficiente scegliere il modello adatto e utilizzarlo nella maniera corretta.

Purtroppo però, le alte temperature a cui i capelli vengono sottoposti per lo styling, con il tempo rischia di danneggiarli molto spezzandoli, rendendoli secchi e crespi e distruggendo le punte. Si può dunque continuare ad utilizzare questo strumento?

La risposta è SI, ma con i dovuti accorgimenti. Esistono infatti una serie di attenzioni che ci consentono di continuare a sfruttare le piastre limitando di molto i danni conseguenti. Vediamo se li conosci tutti.

  1. Prima di utilizzare la piastra è bene assicurarsi di aver asciugato correttamente i capelli. Dopo aver tamponato i capelli con un asciugamano per ridurre l’eccesso di acqua e umido, asciugali completamente con il phon. Attendi qualche minuto che l’umidità evapori e poi procedi con la tua piega. Utilizzare la piastra con i capelli umidi o bagnati è pericoloso e controproducente. Rischiamo di rovinarli molto di più, dovendoli anche pettinare. Il capello bagnato è infatti molto più delicato rispetto a quello asciutto. Inoltre la piega non rimarrà a lungo, distruggendosi a causa dell’umidità rimasta tra i capelli, obbligandoci a passarla più volte o ripassarla dopo breve tempo.

Se hai capelli molto ricci o difficili da trattare, inizia già la piega con il phon e una spazzola, in questo modo ridurrai il tempo di permanenza della piastra sui capelli prima di ottenere un risultato soddisfacente. Questo vale soprattutto nel caso tu voglia passare da un capello riccio a uno molto liscio.

2. Quando si utilizza la piastra, bisogna tenere sotto controllo la temperatura. Fortunatamente sulle piastre più moderne è presente un display per consentirci di regolare a piacere la temperatura, di norma tra lo 0 e i 220 gradi. La temperatura perfetta per lo styling è di 180 gradi ma naturalmente puoi scegliere di abbassarla in caso di capelli molto fini che rispondono bene alla piega, o alzarla se valutassi essere ancora troppo bassa.

3. Cerca di non rimanere troppo sulla stessa ciocca, è meglio andare per gradi ripassando più volte a distanza di tempo. In questo modo il capello prenderà la forma gradualmente senza il rischio di rimanere bruciato. Troppo calore fisso nello stesso punto asciuga i capelli all’eccesso, privandoli della loro naturale idratazione. Proprio questo fa sì che con il tempo si secchino e si sfibrino a causa delle piastre.

4. Un altro valido alleato da utilizzare prima di passare la piastra è il termoprotettore. Questo prodotto reperibile facilmente in ogni supermercato permette di limitare i danni provocati dalla piastra. Agisce formando una protezione sui nostri capelli, li protegge dall’eccessivo calore e dall’umidità andando a contrastare la comparsa del crespo. Inoltre riduce i tempi di asciugatura e quindi anche di permanenza della piastra sui ogni ciocca.

5. Un’altra considerazione da fare concerne l’uso della piastra. Spesso (in special modo le giovanissime) abusano di questo strumento, arrivando a passarla sui propri capelli anche più volte al giorno. Se proprio non se ne può fare a meno, si consiglia di non passare la piastra più di una volta a settimana. Se ci si ritrova costretti a ripassare la piastra troppo spesso significa che la prima piega è stata fatta male, senza avere avuto come obiettvo la durata della stessa. Se sei una persona che lava spesso i capelli, munisciti dei prodotti giusti per far durare la piega il più possibile oppure opta per uno styling differente scegliendo qualcosa di strutturato con il calore solo una o due volte alla settimana.

6. Datti dei limiti: se hai già un capello danneggiato da trattamenti e decolorazioni o se sei molto riccia, cerca di limitare l’uso della piastra a rare occasioni. Studiati altri metodi per tenere a bada la tua chioma come pieghe overnight o acconciature che ti permettano di mantenerli al naturale. Se si parte da una condizione precaria di capelli trattati negli anni e deboli, peggiorare la situazione con la piastra è molto facile.

7. Fai attenzione ai prodotti scadenti, esistono in commercio piastre in grado di regolare la temperatura, con teste in ceramica o pettine incorporato. Insomma scegli bene il tuo strumento, non affidarti a prodotti cheap che non danno alcuna garanzia, potrebbero non essere in grado di tenere la temperatura scelta o essere fatti di materiali che non pensano alla salute dei capelli.

8. Un altro errore comune è quello di non dare tempo ai capelli di raffreddarsi. Quando si passa la piastra infatti, che sia per un liscio o per un mosso, è necessario attendere il raffreddamento dei capelli per “fissare” la piega. Se hai fatto delle onde o dei boccoli mantienili con dei becchi d’oca per qualche minuto, poi scioglili tutti insieme e separali delicatamente con le dita. Se hai una piega liscia attendi prima di legare i capelli e pettina bene le ciocche man mano che le stiri. In questa maniera eviterai di dover ritoccare tutto in continuazione.

9. Valuta: se piove o è molto umido, stai andando a fare sport o in piscina ha senso piastrare i capelli? Devi entrare nell’ottica che anche nonostante tutti gli accorgimenti del caso, la piastra danneggia i capelli ed è sempre meglio non usarla. Se ci sono situazioni in cui sai già che la tua piega durerà qualche ora opta per un raccolto, avrai risparmiato tempo e preservato la salute dei tuoi capelli.

10. Quest’ultimo punto per darti un consiglio: se puoi, lava i capelli la sera e fai la piega la mattina. Durante la notte il cuscino assorbe l’umidità in eccesso lasciando i capelli più morbidi e facili da domare. L’ideale sarebbe utilizzare una federa in seta per ridurre lo sfregamento nel rispetto della tua chioma. Al mattino pettina velocemente e procedi allo styling, vedrai la differenza!

Ora non ti resta che mettere a punto questi consigli e ricordarti di non commettere piccoli errori che spesso vengono sottovalutati, ma che se sei un’habituer della piastra non puoi non conoscere!