Sabrina, chi è e cosa fa la mamma di Lorenzo Musetti

Chi è e cosa fa la mamma di Lorenzo Musetti, Sabrina, che ha sempre creduto in lui: il legame e la passione per il tennis

Foto di Serena De Filippi

Serena De Filippi

Lifestyle Editor

Lifestyle e Content Editor che scrive da tutta la vita: storie, racconti, libri, articoli, con una passione per i trend del momento.

Bello, di talento e vincitore degli Australian Open Junior nel 2019: sappiamo molto di Lorenzo Musetti, che deve tutto ai suoi genitori, mamma Sabrina e papà Francesco, oltre alla nonna Maria. Quella “racchetta nello scantinato” gli ha portato fortuna, tanto da farlo diventare una delle giovani stelle del tennis italiano. C’è una persona nella sua vita – in realtà, più di una – che lo ha sempre sostenuto e che lo ha guidato attraverso la sua passione: vi raccontiamo chi è la mamma di Lorenzo Musetti, Sabrina.

Chi è Sabrina Ratti, la mamma di Lorenzo Musetti

Lorenzo Musetti è quel che si definisce un “globetrotter”. Voli, allenamenti, match. La sua è una vita pienissima, e lo è sempre stata. La sua non è stata un’adolescenza normale, complice quel talento verso il tennis che ha caratterizzato e definito il suo percorso, oltre alla sua intera esistenza. In effetti, ha lasciato la scuola pubblica – scelta che non è mai stata digerita del tutto da mamma Sabrina – per conseguire, infine, la maturità linguistica all’Istituto Parini di Cecina.

Tra un allenamento e un match, la costante della vita di Lorenzo Musetti è sempre stata la sua famiglia: “babbo” Francesco e mamma Sabrina. Ed è stata proprio quest’ultima a credere in lui, nel suo talento, nel suo impegno, tanto da imporgli gli allenamenti. Più di una passione: oggi è un lavoro, e Musetti è tra le stelle del tennis italiano.

Sabrina Ratti è la mamma di Lorenzo Musetti: è un’impiegata, mentre il papà Francesco è operaio in una cava di marmo. All’età di 8 anni, sono stati i genitori a indirizzarlo al Circolo Tennis Spezia, credendo fortemente nelle sue possibilità. E sempre la mamma lo ha accompagnato agli allenamenti, incoraggiandolo a credere nel sogno, e con ogni ragione, visti i risultati conseguiti.

Il sostegno della famiglia, che ha creduto nel talento di Lorenzo

Ad avere contagiato Lorenzo con la passione del tennis è stato papà Francesco. “A cinque anni Lorenzo giocava con la pallina di gommapiuma, ma a otto anni si notava la sua predisposizione”. Il suo talento è sbocciato negli anni, ma soprattutto grazie alla determinazione dei genitori: l’inizio della favola nello scantinato di nonna Maria, la sua prima racchetta, e tante le vittorie nel corso del tempo. Ma i genitori lo hanno spinto a rimanere con i piedi per terra, sebbene vincere delle partite importanti abbia dato grandi soddisfazioni e ripagato di altrettanti sacrifici.

Un aneddoto curioso sul legame tra mamma Sabrina e Lorenzo risale al giorno del suo 19esimo compleanno, un regalo che ha scelto di farsi dopo aver fatto una scommessa con la mamma. “Un tatuaggio. C’era in ballo una scommessa con mia mamma Sabrina: io insistevo per il tatuaggio da anni, ma ero minorenne e i miei non mi permettevano di farlo. Finché mia madre non si è arresa: vinci uno Slam e avrai il tatuaggio, ha detto, pensando di aver messo l’asticella altissima”, ha raccontato Musetti in un’intervista. E la vittoria è arrivata, esattamente quando ha conquistato gli Australian Open Junior nel 2019. Cosa si è fatto tatuare? Il suo battito, trafitto da una racchetta.