Sentimenti ed emozioni che prova il tuo cane e come te li dimostra

I cani, proprio come gli esseri umani, sono capaci di provare emozioni ma non sempre è facile distinguerle e riconoscerle

I cani, proprio come gli esseri umani, sono capaci di provare sentimenti ed emozioni. Ogni esemplare ha il suo carattere, le peculiarità legate alla razza, ed è giusto rispettarlo e amarlo per quello che è. I cani ovviamente non sono in grado di provare tutto il ventaglio di sentimenti di un essere umano, ma riescono comunque a farsi capire attraverso il linguaggio del corpo (e non solo).

Non sempre è facile riconoscere e distinguere le varie emozioni del cane: ecco come le esprimono i nostri amici a quattro zampe.

Amore

I cani sono famosi per il loro amore incondizionato, e sanno dimostrarlo in tanti modi, ognuno secondo il suo carattere e la sua personalità.

Lo fanno quando leccano le tue lacrime quando sei triste; quando si stendono accanto a te quando stai lavorando o mentre cerchi di leggere un libro; quando ti accolgono con enorme entusiasmo quando torni a casa dopo una faticosa giornata di lavoro; quando si addormenta appoggiando la testa sul cuscino accanto alla tua.

L’elenco delle manifestazione del loro amore potrebbe continuare ancora a lungo, ma una cosa è certa: sebbene ogni cane abbia il proprio carattere e la propria personalità, il loro amore è infinito e incondizionato e può toccare il cuore in modo inimmaginabile.

Gelosia

Anche i cani sono in grado di provare gelosia verso i propri padroni, basta osservarli bene per rendersene conto. Stai parlando con qualcuno o stai accarezzando un altro cane e il tuo peloso inizia ad abbaiare istericamente o si mette in mezzo tra te e la persona o il cane a cui stai dedicando attenzioni? Il nostro amico è semplicemente geloso e sta cercando di riportare le attenzioni su di sé.

Dolore fisico

Il tuo cane, solitamente coccoloso e amante delle carezze, reagisce al tuo tocco con ringhiando e addirittura provando a morderti? Non è impazzito: molto semplicemente sente dolore e cerca di difendersi a suo modo. In questi casi è opportuno rivolgersi al più presto al veterinario, che saprà individuare l’origine del suo malessere.

Tristezza

Se cane è mogio, ciondola, non ha voglia di giocare come al solito e sembra disinteressato all’ambiente che lo circonda, poi sono due possibilità: potrebbe stare poco bene, e in quel caso è opportuno recarsi prontamente dal veterinario.

Il malessere del cane potrebbe però essere legato alla tristezza. Potrebbe essersi sentito solo durante una vostra assenza prolungata, potrebbe sentire la mancanza di un membro della famiglia che magari non c’è più o patire la scomparsa di un altro animale domestico: il suo atteggiamento è il modo per dimostrare di essere triste.

Felicità

I cani conoscono molto bene la felicità. Come si capisce che un cane è felice? Ecco alcuni segni: occhi che brillano, abbai eccitati, coda che scodinzola roteando, corsette avanti e indietro, sono i modi che il nostro amico a quattro zampe ha per dimostrarci le sue emozioni positive.

Dispiacere

Naso che spinge sulle gambe, occhi abbassati, atteggiamento afflitto, sono i segnali che il cane è dispiaciuto. È possibile, ad esempio, che se la sia presa con qualcuno che non c’entrava nulla con la sua arrabbiatura e che poi si sia reso conto dello sbaglio: i cani hanno il loro modo per esprimere il loro rammarico, sta a noi riuscire a cogliere i loro segnali.

Anticipazione

Scuotimento, abbai, mugolii, saltelli: per il nostro cane l’emozione è alle stelle! Il peloso del nostro cuore si è accorto che sta arrivando in un posto che gli piace molto e lo segnala. “Quando arriviamo? Quando scendo? Dai, arriviamo presto!” sembra dirci col linguaggio del corpo. Se invece ci sono rivoli di bava che scendono copiosi ai lati della bocca, l’anticipazione è chiaramente per una squisitezza.

Preoccupazione

I cani si preoccupano per quello che non conoscono, per quello che temono possa succedere, per quello che anticipano che succederà (un caso classico sono le visite dal veterinario). Come mostrano la preoccupazione? Alcuni tra i segnali fisici più comuni sono lo sguardo che si volge verso l’umano, il passo incerto, la coda tra le gambe, le orecchie abbassate, nascondersi, grattarsi, leccarsi le labbra e sbadigliare.

Possesso

Anche i cani, come gli esseri umani, hanno il senso del possesso e proteggere ciò a cui si tiene è naturale sia per loro che per noi. La dominanza non c’entra nulla: la soluzione al problema non è forzare il cane a subire continue privazioni (un classico è quello della pappa) ma insegnare che chi si avvicina non è una minaccia e che se una cosa viene tolta non vuol dire perderla ma scambiarla con un’altra.

Lavorare con un educatore cinofilo serio e preparato è fortemente consigliato nei casi in cui la difesa delle risorse dei cani rende la convivenza difficile quando riguarda, ad esempio, il letto o il divano.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Sentimenti ed emozioni che prova il tuo cane e come te li dimostra