Per i bambini è meglio il disinfettante per le mani o acqua e sapone? Ecco cosa dice uno studio

Secondo uno studio, i bambini hanno minori probabilità di ammalarsi se si lavano le mani con un disinfettante specifico

I bambini sono facilmente soggetti a infezioni alle vie respiratorie: raffreddore, mal di gola e tosse, per quanto possano essere molto comuni, sono anche molto fastidiose.

Oltre a questo, bisogna considerare che si tratta di infezioni contagiose che mettono a rischio la salute di chi vive a stretto contatto con i bimbi. Una delle modalità per ridurle, è la prevenzione: lavarsi bene le mani (soprattutto prima di mangiare), può fare la differenza.

Uno studio, pubblicato sulla rivista “Pediatrics”, ha rilevato un dato importante: lavarsi le mani con un disinfettante, piuttosto che con acqua e sapone, riduce il rischio di contrarre un’infezione respiratoria del 21%.

La ricerca è stata condotta su un campione di oltre 900 bambini con un’età pari o inferiore ai 3 anni che frequentavano 24 centri diurni in Spagna. I bimbi sono stati suddivisi in tre gruppi:

  • il primo era composto da bambini che utilizzavano un disinfettante per le mani;
  • il secondo faceva uso di acqua e sapone;
  • il terzo (una sorta di gruppo di controllo), seguiva le procedure di lavaggio delle mani indicato dal centro e meno rigorose rispetto alle prime due modalità.

Dopo aver analizzato il numero di giorni effettivi in cui i bambini si erano assentati, il team di ricercatori ha verificato che, il gruppo che aveva lavato le mani con il disinfettante, aveva perso il minore numero di giorni, ovvero il 3,25%. Diversamente, i bambini che avevano utilizzato acqua e sapone avevano perso il 3,9% dei giorni, un numero molto vicino al terzo gruppo, che invece è risultato quello con il maggior numero di giorni persi, cioè il 4,2%.

I dati hanno confermato quanto già sostenuto in passato dalla letteratura scientifica: “Penso che questo risultato – spiega il dott. Don Goldmann – si basi sulla letteratura precedente che sostiene l’idea secondo cui è possibile ridurre la diffusione di infezioni alle vie respiratorie nei bambini, se viene utilizzato un disinfettante che contiene alcol”.

Spesso non si è consapevoli di quanto un disinfettante possa essere importante, al punto da essere considerato come un’alternativa valida, solo nel caso in cui non sia possibile raggiungere facilmente un lavandino con acqua e sapone. Tuttavia, questo studio ha confermato l’esatto contrario, anche se non ha tenuto conto di un altro fattore determinante e che entra in gioco nel momento in cui ci si lava le mani.

Secondo i “Centers for Disease Control and Prevention” (CDC), le mani dovrebbero infatti essere strofinate per almeno 20 secondi quando si ha a disposizione acqua e sapone. Quando invece si utilizza un disinfettante, è bene spalmare il prodotto su tutte le mani fino a risultare asciutte.

Per i bambini è meglio il disinfettante per le mani o acqua e sapone?...