Come lavarsi le mani correttamente: “Pochi secondi per salvarsi la vita”

Lavarsi le mani correttamente è fondamentale per proteggersi dal pericoli esterni, prevenendo patogeni e infezioni

Come lavarsi le mani correttamente? Le misure di sicurezza per evitare il contagio da Coronavirus ci hanno insegnato quanto sia importante questo gesto così semplice e quotidiano. Una buona abitudine che può salvare vite, evitando la diffusione di malattie.

L’igiene d’altronde è una fra le azioni più efficaci per prevenire le infezioni e contenere gli agenti patogeni. Ci protegge dunque non solo dal Covid-19, ma anche da tantissime altre patologie. Il 5 maggio l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) promuove la Giornata mondiale dell’Igiene delle mani, un’occasione per ricordare, ancora di più, l’importanza di questa buona abitudine.

Per eliminare i germi e lavare bene le mani usare solamente il sapone non basta. È infatti necessario insaponare con cura, strofinare, risciacquare e infine asciugare le mani. Gli esperti consigliano di sciacquare sotto l’acqua corrente le mani, insaponarle, meglio se con del sapone liquido, e sfregarle sino a quando non si forma la schiuma. Non vanno puliti solo i palmi, ma anche il dorso della mano, i polsi, sotto le unghie e fra le dita. Infine le mani devono essere risciacquate sotto l’acqua corrente e asciugate con un asciugamano pulito o con una salvietta di carta monouso.

Quando lavarsi le mani? Il più spesso possibile e in alcuni momenti particolari. Ad esempio prima di cucinare o di sedersi a tavola e mangiare. Prima di imboccare i bambini o toccare del cibo. Le mani andrebbero poi lavate dopo essersi soffiati il naso, aver starnutito o tossito. Vanno pulite ogni volta che si torna a casa dopo essere usciti e quando si usano i mezzi pubblici.

Il lavaggio è indispensabile dopo aver tolto la mascherina, aver toccato una persona malata o qualche suo effetto personale. Le mani si devono lavare inoltre dopo essere andati al bagno, aver toccato dei rifiuti o aver cambiato il pannolino a un bambino. Per ottimizzare l’efficacia del semplice lavaggio con acqua e sapone si possono seguire alcuni consigli: usare il sapone liquido, curare la pelle, evitando che piccoli tagli o screpolature possano diventare un nido per i microbi. Fondamentale infine la cura delle unghie che vanno pulite con regolarità, tagliate corte e spazzolate.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Come lavarsi le mani correttamente: “Pochi secondi per salvarsi ...