Cos’è il lotus birth e quali sono i rischi nel farlo

Avete già sentito parlare di lothus birth? Si basa sul non tagliare dopo il parto il cordone ombelicale che lega la placenta al neonato. Ecco rischi e benefici di questa scelta.

Il lotus birth (o nascita lotus) è una modalità di parto dove non viene reciso il cordone ombelicale e quindi la placenta e il neonato rimangono attaccati fino a quando non c’è un  distaccamento naturale.

Generalmente il distaccamento avviene dopo qualche giorno dalla nascita, in un periodo compreso tra i 2 e i 10 giorni, in media ci vogliono 3-4 giorni prima che il cordone si separi dall’ombelico del bambino.

I sostenitori di questo metodo sottolineano che il contatto prolungato con la placenta permette al bambino di ricevere per un periodo prolungato il sangue placentare importante per costituire un forte sistema immunitario. Ritengono inoltre sia un passaggio dolce e graduale tra quando il bambino era nel ventre materno alla nascita. Questo momento è particolarmente delicato in quando il sistema respiratorio e non solo, necessitano di tempo per raggiungere il perfetto funzionamento dopo la nascita.

Del resto durante la gravidanza la placenta svolge le funzioni che sono poi deputate ai vari organi (polmoni, reni, fegato, apparato digerente, pelle ecc.) ed è composta dello stesso materiale genetico del bambino. Nell’utero bambino e placenta sono una cosa sola, è grazie ad essa che il piccolo si sviluppa e cresce.

Secondo Il Royal College of Obstetricians and Gynaecologists esistono però dei rischi: la placenta potrebbe infettarsi e l’infezione potrebbe diffondersi fino al piccolo. Se si desidera praticare il lotus birth bisogna quindi prestare molta attenzione. I bambini devono essere costantemente monitorati.

Tenuto conto di rischi e benefici del lotus birth, è di fondamentale importanza informarsi in modo approfondito e farsi seguire da persone competenti e preparate. Molto importante poi è parlarne con il proprio ginecologo. Si tratta di una scelta che deve essere fatta con criterio e consapevolezza.

Cos’è il lotus birth e quali sono i rischi nel farlo