Ciuccio al neonato: quando e quale?

Il ciuccio può essere un valido alleato per calmare il neonato, ma bisogna sapere quale modello scegliere e quando usarlo

Il ciuccio può essere un alleato prezioso  per la mamma, che lo utilizza per placare il pianto del neonato. La suzione è, infatti, un atto istintivo nel bebè, sin da quando era nella pancia della madre. Il succhietto ha, principalmente, una forte valenza consolatoria e aiuta a calmare il piccolo quando la mamma è lontana o avverte una sensazione di disagio.

Quando dare il ciuccio al neonato

Solitamente è preferibile evitare l’utilizzo del ciuccio nelle prime settimane di vita del neonato, perché potrebbe rischiare di compromettere l’allattamento materno. La tecnica di suzione del ciuccio è diversa da quella della mammella, per cui, il neonato potrebbe trovarsi disorientato e attaccarsi di meno al seno. Al contrario, nel caso di nutrizione con latte artificiale, il neonato non avrebbe problemi, in quanto le modalità di suzione sono identiche. Gli esperti consigliano di dare il ciuccio al neonato dopo il primo mese di vita, quando l’allattamento è ormai avviato, anche per proteggerlo dalla sindrome della morte in culla. Diversi studi hanno dimostrato, infatti, che l’uso del ciuccio durante il sonno aiuta a prevenire il rischio di SIDS: questo perché, succhiando, il neonato non va incontro ad apnee notturne e non riesce a mettersi in posizione prona, ossia a pancia in giù.

Quale ciuccio è più adatto al neonato

Nei primi mesi di vita del neonato, è preferibile scegliere ciucci in silicone, un materiale che resiste bene alla sterilizzazione senza alterarsi. Tuttavia, essendo abbastanza fragile, sarebbe bene evitare l’utilizzo di succhietti in silicone quando cominciano a spuntare i dentini, perché c’è il rischio che il bimbo possa staccarne dei pezzetti e inalarli. Il ciuccio in caucciù, tenderà in breve tempo a disfarsi, con le sterilizzazioni quotidiane. Inoltre, essendo un materiale poroso, può essere più facilmente contaminato da batteri e funghi, per cui è meno consigliabile nei primi mesi del neonato. Il suo utilizzo è preferibile dai 4-6 mesi in poi, perché il bambino può mordicchiarlo meglio, una volta che ha iniziato a mettere i dentini. Per quanto riguarda le forme di ciuccio esistente, le più diffuse sono quella anatomica, a ciliegia e il succhietto a forma di goccia. Quale sia il ciuccio più adatto è una scelta molto personale e varia da neonato a neonato.

Ciuccio al neonato: quando e quale?
Ciuccio al neonato: quando e quale?