Bambini schizzinosi? 5 consigli per convincerli a mangiare di tutto

Ecco qualche semplice trucchetto per fare assumere ai più piccoli frutta, verdura e cibi sani senza problemi!

A cura di

Come ben sanno mamme e papà, i bambini sono abitudinari e anche una piccola variazione nella routine quotidiana può diventare per loro motivo di disagio. Questo è particolarmente vero in ambito alimentare; molto spesso, i tentativi dei genitori di introdurre nuovi cibi e preparazioni si trasformano in vere e proprie lotte, di fronte alle quali si finisce tante volte per arrendersi. Una dieta nutriente ed equilibrata, tuttavia, è fondamentale durante l’infanzia: soltanto assumendo frutta, verdura e cibi sani, infatti, i più piccoli potranno crescere forti e in salute.

Convincere i bambini a mangiare sano e a sperimentare con frutta e verdura, in realtà, non è poi così difficile: basta farlo nel modo giusto. Vi abbiamo incuriosito? Continuate la lettura e scoprirete qualche semplice trucchetto per convincere anche i bimbi più schizzinosi a provare nuovi cibi!

Convincere i bambini a provare nuovi cibi

Dare il buon esempio

I bambini amano imitare il comportamento degli adulti: pretendere che il vostro piccolo mangi verdure quando voi, seduti a fianco, mangiate patatine fritte, purtroppo, non funziona. Mettete nel vostro piatto gli stessi cibi sani che desiderate proporre ai bimbi, e mostrate loro che anche voi li mangiate con gusto. Un altro trucchetto che spesso funziona è tenere frutta e verdure fresche a vista; in questo modo, incuriosirete i bambini e attirerete la loro attenzione, stimolando il loro desiderio di provare cibi che non conoscono.

Il segreto? Varietà e fantasia

Quando si tratta di alimentazione dei bambini, il segreto è stimolarne la curiosità: sperimentate il più possibile, creando mix di colori interessanti, giocando con le consistenze e provando nuove ricette. Via libera, quindi, a frullati o a vellutate di verdure dai colori brillanti: grazie ai cuocipappa di ultima generazione potrete proporli anche ai più piccoli. In estate, invece, offrite dissetanti succhi di frutta fatti in casa per fare il pieno di vitamine: potrete prepararne di tutti i tipi con un semplice estrattore di succo. Infine, siate creativi. Tagliate la frutta in modo originale, oppure componete faccine sorridenti nel piatto con la verdura.

Giocare con i mix di colori e di consistenze

Ridurre le porzioni

Quando proponete un nuovo cibo ai più piccoli, tagliatelo in piccoli pezzi e offrite loro porzioni ridotte, perché presentare una pietanza sconosciuta in grandi quantità potrebbe scoraggiarli. Per motivarli ulteriormente, provate a proporre la novità accanto a un cibo che il vostro bambino già conosce e apprezza.

Proporre piccole porzioni per non scoraggiare i bambini

Spiegare ai piccoli i benefici di ogni pietanza

Proprio come gli adulti, i bambini sono sempre interessati a capire le motivazioni di un’azione; quando proponete loro frutta o verdura, quindi, spiegate chiaramente le ragioni della vostra scelta, illustrando in modo semplice e diretto i benefici di ogni pietanza. Se offrite una carota, spiegate loro che questa contiene vitamina A, una sostanza che fa bene agli occhi e alla pelle. Ai bimbi molto piccoli, invece, potrete fare paragoni con il mondo animale. Un esempio? Se mangiano carote, ovvero l’alimento preferito dei coniglietti, potranno saltare e correre con la stessa energia.

No a premi o ricatti

Non cedete ai ricatti, perché rischiereste di collegare la necessità di assumere nuovi cibi a un’esperienza spiacevole; inoltre, evitate di proporre un premio per costringere i bambini a mangiare ciò che hanno nel piatto. Se proprio volete convincere i bimbi con la promessa di un cibo sfizioso, puntate su uno snack sano e fatto in casa. Infine, siate pazienti e tenaci, visto che con i più piccoli la costanza premia sempre. Provate magari a iniziare il pasto con le verdure: se i bambini sono affamati, infatti, difficilmente rifiuteranno completamente ciò che viene loro offerto.

Spiegare ai bimbi i benefici di ogni nuovo alimento

Bambini schizzinosi? 5 consigli per convincerli a mangiare di tut...