Mario Biondi, cantante: biografia e curiosità

Chi è Mario Biondi? Scopriamo tutto ciò che riguarda la vita e le curiosità di questo cantante molto famoso per il suo impegno all'interno del mondo della musica

Mario Biondi, il cui vero nome è Mario Ranno, e un cantante molto famoso in Italia e la sua attività si estende anche nel campo della composizione musicale e nell’arrangiamento. La sua passione per la musica si manifesta fin da quando era adolescente, infatti all’età di 12 anni ha modo di cantare in vari cori gregoriani. Inoltre, grazie a suo pradre, ossia Giuseppe Ranno, ha la possibilità di intraprendere la gavetta necessaria a formare il suo stile musicale e a perfezionare il suo inglese, tant’è che diventerà successivamente la lingua principale con cui scriverà e canterà le sue canzoni. Di grande aiuto sono stati i brani scritti da Ray Charles, Low Rawls e Al Jarreau, che gli permette di capire quale sia il metodo e il genere che andrà a proporre al pubblico durante la sua attività nel mondo musicale. Non avrà un successo vero e proprio fino a quando nel 2004 scriverà e pubblicherà un singolo intitolato This is what you are. Questo brano doveva essere diffuso solamente nel mercatto giapponese, ma grazie al successo acquisito verrà preso in considerazione anche dalle radio europee e da vari personaggi, tra cui il Dj Norman Jay, che lo utilizzerà nel suo programma, facendo diventare la voce di Mario Biondi estremamente famosa.

Nell’anno 2006 ha inizio la sua produzione discografica, incidendo il suo primo album intitolato Handful of Soul, realizzato con la collaborazione di un gruppo chiamato High Five Quintet; il successo acquisito è straordinario, tanto che arriverà a conquistare il disco di platino dopo solo 3 mesi dalla pubblicazione del suo album. Le sue attività però si bloccano, infatti sempre nel 2006 partecipa con un suo singolo ad un progetto di beneficienza. Il brano con cui si esibirà sarà L’amore ha sempre fame. E sarà nell’anno 2007 che gli verrà proposto di partecipare alla sua prima edizione del famoso Festival di Sanremo , dove avrà modo di duettare con Amalia Gré interpretando un brano intitolato Amami per sempre. Questa canzone è stata scritta dalla stessa Amalia con la collaborazione di Paola Palma e Michele Ranauro. Successivamente pubblica altri singoli, come No matter, e partecipa ad altre manifestazioni o all’incisione di dischi di cantanti famosi, come quello di Ornella Vannoni, intitolato Una bellissima ragazza. All’interno di questo album di canzoni verrà inserito il brano Cosa m’importa. Le sue interpretazioni musicali comprenderanno anche brani molto famosi scritti da cantanti di fama internazionale, come Just the way you are, canzone del 1978.

Mario Biondi verrà anche coinvolto nella incisione del doppio album live con la Duke orchestra, intitolato I love you more, che venne registrato all’interno del teatro smerando situato nella città di Milano. Ha modo anche di partecipare ad un progetto della Disney, ossia quello che prevedeva la realizzazione di una sorta di remake del film d’animazione Gli Aristogatti. Per questa produzione ebbe modo di interpretare entrambe le colonne sonore principali che sono Everybody Wants to be a Cat e Thomas O’Malley. Il suo successo è grande, e la critica lo osanna per la sua capacità nel trasmettere emozioni varie durante le sue esibizioni, per questo riesce a partecipare alla sua seconda edizione del Festival di Sanremo, collaborando con la cantante Karima Ammar e gareggiando nella sezione giovanile della competizione grazie al brano intitolato Come ogni ora. Durante la sua esibizione vedrà Burt Bacharach, ossia il produttore di uno dei suoi dischi e autore di un brano interpretato da lui medesimo dirigere l’orchestra e suonare il piano forte. Nonostante gli impegni musicali siano molti e vari, nel 2010 inciderà e pubblicherà il suo quarto album registrato in studio, intitolato yes you live. Sempre durante l’anno avrà modo di collaborare di nuovo con la Disney, doppiando il personaggio del brigante Uncino all’interno del film d’animazione Rapunzel , l’intreccio della torre.

Successivamente, nell’anno 2011 ha la possibilità di interpretare diverse canzoni famose, come The temptations my girl, inserita nell’album Due e partecipando al doppiaggio di Miguel, un cacatua antagonista dei film d’animazione intitolati Rio e Rio 2, pubblicati rispettivamente nel 2011 e nel 2014. Collaborerà anche con la cantante Anna Tatangelo interpretando e scrivendo il brano L’aria che respiro, mettendo la sua firma anche nel brano intitolato Se. Le sue collaborazioni non si esauriranno presto , infatti avrà modo di duettare con i Pooh nel 2012 per la realizzazione di una versione del loro brano chiamato Ci penserò domani, viene scelto dalla cantante Noemi per poter diventare consulente musicale all’interno della competizione The voice of Italy e pubblicherà il suo album Sun, il 29 gennaio del 2013. Anche questo disco ottiene un grande successo e la critica ne è entusiasta, tanto da inserirlo nelle prima posizione FIMI. Dopo diverse attività, collaborazioni ed esibizioni, nel 2016 produce il doppio album intitolato Best of souls, che venne anticipato dall’uscita di un brano intitolato Do you fell like i fell, cover di un brano di Nicola Conte .

Mario Biondi, cantante: biografia e curiosità
Mario Biondi, cantante: biografia e curiosità