Come aiutare l’ambiente? 12 consigli per uno stile di vita più sostenibile

Ridurre, riutilizzare e riciclare: ecco 12 buone abitudini da mettere in pratica per uno stile di vita sostenibile e amico dell'ambiente

Tutto ciò che facciamo nella vita quotidiana ha un impatto sul pianeta, dal cibo che consumiamo all’auto che utilizziamo per recarci sul posto di lavoro.

Per proteggere la Terra e preservarla in modo ottimale anche per le generazioni future, però, oggi più che mai è necessario adottare uno stile di vita più sostenibile, riducendo i consumi e preservando con attenzione le risorse messe a disposizione dal nostro bel pianeta.

Ma cominciamo dal principio.

Cos’è la sostenibilità ambientale?

La sostenibilità ambientale è definibile come una relazione responsabile e consapevole dell’uomo con l’ambiente circostante, utile a prevenire ed evitare l’esaurimento o il degrado delle risorse naturali della Terra e preservare così la qualità dell’ambiente a lungo termine.

Se la natura ha una capacità davvero notevole di rinnovare se stessa (basti pensare per esempio che, quando un albero cade, si decompone e aggiunge sostanze nutritive al terreno utili per consentire la crescita dei futuri alberelli), l’uomo, quando entra in scena e utilizza le risorse fornite dall’ambiente senza l’applicazione di metodi e comportamenti di sostenibilità ambientale, può compromettere l’accesso e la conservazione a lungo termine delle risorse naturali.

Ma cosa significa in pratica? Ecco un esempio: Paolo vuole raccogliere le mele dal suo albero. Invece che ricorrere ad una scala a pioli e salire sull’albero a raccoglierne i frutti, Paolo afferra un’ascia e taglia il melo, così da portare le mele al livello del suolo, dove può facilmente raccoglierle. Paolo ha così soddisfatto i suoi bisogni nell’immediato ma non per l’anno a venire, poiché non ci sarà più nessun albero che produrrà frutti. Paolo, quindi, non ha sostenuto la sua risorsa naturale e questa non sarà più disponibile per lui.

Quali sono i benefici legati alla sostenibilità ambientale?

Al momento attingiamo alle risorse naturali, utilizziamo energia e produciamo rifiuti con un ritmo non sostenibile. Questo ha portato all’insorgenza di problemi importanti come l’inquinamento e i cambiamenti climatici con conseguenze negative sull’ambiente, sulla fauna selvatica e sugli esseri umani stessi.

Apportando piccoli cambiamenti al nostro stile di vita e mettendo in pratica comportamenti che supportino la sostenibilità ambientale, però, possiamo aiutare a garantire la soddisfazione di tutti i bisogni della popolazione che vive oggi sul nostro Pianeta, senza mettere a rischio la capacità delle generazioni future di soddisfare i propri bisogni.

Quali buone abitudini per vivere in modo sostenibile?

A casa

  • Risparmia energia elettrica, collegando gli apparecchi ad una presa multipla e spegnendoli completamente quando non sono in uso.
  • Riduci il ricorso ai formati cartacei per gli estratti conti e le bollette.
  • Spegni le luci, anche quando puoi sfruttare l’illuminazione fornita dal bagliore degli schermi di TV o computer.
  • Sostituisci lampadine e vecchi elettrodomestici con modelli ad alta efficienza energetica, fai partire la lavatrice a pieno carico e preferisci la doccia al bagno (sai che riempire la vasca da bagno richiede molta più acqua di una doccia della durata di 5 o 10 minuti?).
  • Non esagerare con il consumo di carne, pollame e pesce, la cui produzione richiede l’impiego di più risorse rispetto a quelle necessarie per produrre piante e vegetali.
  • Fai la raccolta differenziata: l’umido può essere trasformato in compost, mentre il riciclo di carta, plastica, vetro e alluminio impedisce la crescita delle discariche.
  • Regola il termostato in modo da tenerlo un po’ più basso in inverno e un po’ più alto in estate, avendo cura inoltre di risolvere le eventuali perdite d’aria in finestre e porte così da aumentarne l’efficienza energetica.

Acquisti e consumi

  • Sostieni le attività commerciali di quartiere per contribuire alla crescita economica della tua zona e limitare la necessità per i camion di percorrere lunghe distanze.
  • Utilizza la lista della spesa: ti aiuterà a non comprare più cibo del necessario e ad evitare gli acquisti impulsivi.
  • Acquista consapevolmente, scegliendo articoli con poco imballaggio e prodotti da aziende che adottano pratiche sostenibili e rispettose dell’ambiente. Per esempio, sai che esiste una nuova gamma di cosmetici per neonati e mamme le cui confezioni sono realizzate con materie prime rinnovabili ricavate dalla canna da zucchero da fonti sostenibili
  • Acquista vintage e dona ciò che non usi: potrai ridare vita a vestiti, libri e mobili usati.
  • Preferisci gli spostamenti green, con bicicletta, a piedi o utilizzando i mezzi pubblici.

Sostenibilità ambientale, economica e sociale

Accanto alla sostenibilità ambientale, l’attuazione del cosiddetto “sviluppo sostenibile” – in cui la comunità internazionale è impegnata ormai da tempo – conta anche di altri due pilastri fondamentali:

  • la sostenibilità economica, ovvero la capacità di generare reddito e lavoro e sostenere nel tempo le popolazioni, valorizzando le specificità territoriali e distribuendo efficacemente le risorse;
  • la sostenibilità sociale, intesa come capacità di garantire, tanto nel presente quanto alle generazioni future, un livello adeguato di sicurezza, salute ed istruzione.

L’insieme di questi tre elementi (sostenibilità ambientale, sociale ed economica) è alla base del processo di cambiamento che mira a orientare sui bisogni attuali e futuri lo sfruttamento delle risorse, gli investimenti, lo sviluppo tecnologico e i cambiamenti istituzionali.

Proprio con l’intento di perseguire questo obiettivo, nel settembre 2015, i governi di 193 Paesi membri dell’ONU hanno sottoscritto l’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile, un programma d’azione per le persone, il pianeta e la prosperità che ingloba 17 Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile (Sustainable Development Goals, SDGs). 

Gli Obiettivi dovranno essere realizzati entro il 2030 a livello globale da tutti i Paesi membri dell’ONU e comprendono obiettivi importanti tra i quali l’abbattimento delle disparità socio-economiche nel mondo attraverso lo sradicamento della povertà in tutte le sue forme, l’accesso ad un’istruzione di qualità inclusiva ed equa, il raggiungimento dell’uguaglianza di genere, la promozione di una crescita economica duratura, inclusiva e sostenibile, l’attuazione di modelli di consumo e di produzione sostenibili. 

Grandissima importanza, poi, viene data all’accesso e alla conservazione delle risorse naturali, affinché siano garantite la disponibilità di acqua e servizi igienici per tutti nonché l’accesso all’energia a prezzo accessibile, affidabile, sostenibile e moderna.

Viene altresì evidenziata con forza la necessità di: 

  • adottare misure urgenti per combattere i cambiamenti climatici e le loro conseguenze; 
  • conservare e utilizzare in modo sostenibile oceani, mari e risorse marine
  • proteggere, ripristinare e promuovere l’uso sostenibile degli ecosistemi terrestri, gestire in modo sostenibile le foreste, fermare la desertificazione e la perdita di biodiversità.

Per perseguire efficacemente questi Obiettivi, però, è necessario che ogni essere umano fornisca attivamente il proprio contributo. Da dove cominciare? Apportando alla nostra routine i piccoli cambiamenti che abbiamo visto poco prima insieme: possono fare una grande differenza!

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Come aiutare l’ambiente? 12 consigli per uno stile di vita più sost...