Addio a Jean-Paul Belmondo, quando s’innamorò follemente di Laura Antonelli

L'attore francese si è spento all'età di 88 anni. La notizia è stata diffusa dai suoi più stretti collaboratori

Jean-Paul Belmondo è morto. L’attore francese si è spento a 88 anni, come hanno fatto sapere i suoi collaboratori. Oltre a una lunga serie di film, lascia anche un patrimonio artistico di grande valore, fatto di cinema ma anche di amori folli, come quello che ha vissuto per la splendida attrice Laura Antonelli.

Un amore vissuto col piede premuto sull’acceleratore, quello tra Jean-Paul Belmondo e Laura Antonelli. Dopotutto, non avrebbe potuto essere diversamente. Lei è stata la donna più bella del mondo, proprio come l’aveva definita il regista Luchino Visconti, mentre lui era semplicemente Bebel, tanti sogni e una serie di amori finiti male prima di arrivare alla felicità.

I due attori hanno incrociato i loro sguardi per la prima volta sul set di Gli Sposi Dell’Anno Secondo, film del 1971 di Jean-Paul Rappeneau, ma l’amore è esploso in Trappola Per Un Lupo di Claude Chabrol. L’anno era il 1972 e Belmondo era tutt’altro che libero. La sua vita era infatti intrecciata a quella dell’irresistibile Bond Girl Ursula Andress. Su di loro, sono state raccontate anche diverse leggende: sembrerebbe che Laura Antonelli gli abbia dimostrato il suo interesse chiedendole una sigaretta, per poi espirare il fumo sul suo volto.

La trama del film non ha che favorito la passione, ingrediente principale di una relazione poco lineare ma fatta di litigi e continui riavvicinamenti. Il loro amore ha coinvolto il mondo ma anche i tanti giornali scandalistici che hanno fatto a gara per avere uno scoop su di loro. Dettano legge sulle copertine dei giornali di cronaca rosa ma anche quelle patinate degli eventi glamour.

La loro storia d’amore è durata poco meno di 9 anni ma nessuno dei due aveva lasciato la residenza originale. Belmondo ha continuato a vivere a Parigi mentre Laura Antonelli è rimasta a Roma, città che non ha mai abbandonato fino alla sua morte giunta prematuramente e con grande dolore del suo più folle amore, proprio come aveva dichiarato al Corriere della Sera: “È con profonda tristezza che ho appreso della morte di Laura Antonelli. Laura fu per me prima di tutto una compagna adorabile, dallo charme eccezionale. Fu anche una partner di grande qualità, che tutti apprezzavano sui set. Di lei voglio conservare solo questi meravigliosi ricordi”.

Una vita vissuta tra cinema e amore, la sua, con il primo matrimonio celebrato il 4 dicembre 1952 con la ballerina Élodie Constantin. Da lei ha avuto le tre figlie: Patricia – morta nel 1994 in un incendio – Florence e Paul Alexandre, celebre pilota di Formula1. Nel 1966, dopo il divorzio, ha iniziato una relazione con Ursula Andress, alla quale ha messo fine nel 1972 proprio quando ha conosciuto Laura Antonelli. Il 29 dicembre 2002, ha sposato in seconde nozze Natty Tardivel. Da lei, ha avuto la quarta figlia Stella, nata il 13 agosto 2003.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Addio a Jean-Paul Belmondo, quando s’innamorò follemente di Lau...