Ti senti sempre un pesce fuor d’acqua? La colpa è di chi frequenti

Il sentirsi inadeguati il più delle volte non dipende da noi. Molto spesso sono proprio gli amici a farci stare male: ecco da chi stare lontano e perché

Sentirsi inadeguati è una delle sensazioni più brutte che una persona possa provare. A quanti sarà capitato di avere l’impressione di sentirsi inferiore rispetto agli altri o di trovarsi sempre nel posto sbagliato al momento sbagliato?

Spesso le cause di questa percezione vengono attribuite senza indugi a noi stessi, trovando difetti su difetti che non fanno altro che mettere in evidenza quanto siamo diversi dagli altri. La verità è che esistono tantissime tipologie di persone e l’essere differenti da chi ci circonda deve essere un punto a nostro favore e non a nostro svantaggio anche se il più delle volte questo non accade e ciò non fa altro che renderci ancora più insicuri.

Il primo passo per evitare di sentirsi inadeguati è quello di accettare la propria persona in tutto e per tutto, capendo che quello che noi crediamo non possa piacere agli altri, in realtà può essere apprezzato. Avere una personalità introversa e riservata può essere una delle cause del sentirsi inadeguati, ma si è visto come anche gli amici possono generare condizioni di malessere. Questo perché generalmente si scelgono le persone con cui condividere momenti belli e brutti partendo dal fatto che alcuni aspetti che risiedono in loro sono fonte di ispirazione per noi. Ciò è una cosa abbastanza lecita, ma diventa problematica nel momento in cui si comincia a non apprezzare più i lati del proprio carattere.

Il sentirsi inadeguati infatti, nasce proprio quando si vede negli altri qualcosa di meglio, ma anche quando si dà troppo peso al loro giudizio. E se fossero gli amici ad essere sbagliati? E se fossero loro ad essere inadeguati?

Queste in realtà, dovrebbero essere le due domande che ciascuno di noi dovrebbe porsi perché non sempre quelli sbagliati siamo noi, anche gli altri hanno dei difetti. Analizzate dunque non solo voi stessi, ma anche chi vi circonda e se questi vi creano sensazioni poco positive, vuol dire che non sono adatti a voi.

In particolare modo, ci sono cinque tipologie di persone a cui bisogna stare attenti se il sentirsi inadeguati è una percezione frequente. In primis c’è il logorroico che attraverso la padronanza del linguaggio, che lo contraddistingue, impone il suo pensiero mettendo in ombra quello degli altri. Poi ci sono i cosiddetti primi della classe e i criticoni, convinti di essere migliori di tutti. La quarta categoria comprende coloro i quali si lamentano sempre, cercando un capro espiatorio su cui riversare le cause di tutti i loro problemi. Infine, state ben alla larga da chi vi vuole cambiare, da chi vi vuole diversi da come siete: i veri amici vi accettano così come siete, con i vostri pregi e i vostri difetti.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Ti senti sempre un pesce fuor d’acqua? La colpa è di chi f...