Quanto costa fare un figlio oggi?

Non ipotesi, ma numeri: per crescere un figlio nel nostro Paese occorrono in media 640 euro al mese

Fare un figlio o non farlo? È questa la domanda più difficile e discussa che una coppia deve affrontare, solo se questa rappresenta la volontà individuale di entrambi i partner s’intende. Perché il mito della donna completa, solo se moglie e mamma, è stato sfatato, o comunque stiamo lottando per questo.

Ma messi da parte i problemi della differenza di genere che ancora sopravvivere nei meandri oscuri della nostra società, c’è un’altra questione da affrontare per le future mamme e i futuri papà del nostro Paese, e non è di poco conto. Già perché, molto spesso, quel desiderio di maternità e di paternità deve essere drammaticamente soffocato o comunque razionalizzato a causa dei costi da sostenere per avere un bambino.

E certo è triste pensare che una coppia debba mettere in pausa il sogno di costruire una famiglia, o comunque rimandarlo, per una mera questione economica. Ma la verità è che nel nostro Paese crescere un figlio ha un costo, ed è piuttosto alto.

Crescere un figlio in Italia: i costi

La natalità, in Italia, è sempre più in calo e i motivi sono tantissimi. Ma non possiamo fare a meno di pensare che, tra questi, c’è anche l’aumento del costo della vita e quindi del mantenimento di una famiglia.

Non ipotesi, ma numeri, quelli diffusi da Bankitalia, che hanno mostrato un quadro generale che preoccupa. Per crescere un figlio nel nostro Paese, infatti, occorrono in media 640 euro al mese, che corrispondono a un quarto del reddito familiare. I dati fanno riferimento al periodo che va dal 2017 al 2020 e riguardano tutte le spese sostenute per i figli, dall’alimentazione, all’abbigliamento, passando per l’istruzione e la salute.

A rendere il quadro più completo, invece, ci ha pensato Moneyfarm, società di gestione patrimoniale digitale in Europa, che è andata ad analizzare, nello specifico, le spese dei genitori italiani in base alla fascia d’età dei loro figli.

È emerso che crescere un figlio nell’età che va dai 0 ai 18 anni costa ai genitori circa 139mila euro, e quindi 7000 euro all’anno. Le voci della spesa cambiano, ovviamente, in base alle esigenze dei bambini che si trasformano negli anni.

Durante l’infanzia, infatti, sono i costi della mensa scolastica così come quelli del doposcuola e delle attività sportive ed estive a gravare sulle finanze delle famiglie. Il periodo più oneroso, però, è quello che riguarda l’adolescenza dove alla scuola, allo sport e ai corsi, si aggiungono anche la paghetta e costi extra per viaggi studio o passioni.

Qual è il futuro delle famiglie italiane?

Il quadro, come abbiamo visto, ci mette inevitabilmente davanti all’esigenza di dover organizzare le finanze, tra le tante altre cose, sia prima di diventare genitori che dopo la nascita dei figli.

Certo è che le stime che abbiamo visto non sono assolute, perché si può sempre risparmiare soprattutto sull’abbigliamento, piuttosto che sui costi extra, così come si può lavorare ad una pianificazione per gestire le risorse. Tuttavia, quei dati forniscono delle chiare stime su quanto costa fare e crescere un figlio in Italia oggi che non possiamo ignorare.

Viene da chiedersi, quindi, qual è il futuro delle famiglie italiane, considerando che da una parte la natalità è in calo e dall’altra i costi per il mantenimento dei figli aumentano sempre di più.