Rula Jebreal: tutto sulla giornalista palestinese

Rula Jebreal è una giornalista e scrittrice israeliana che ha iniziato la sua carriera in Italia mostrandosi attiva e sensibile verso temi di grande attualità

Rula Jebreal nasce il 24 aprile 1973 ad Haifa, in Israele. La sua famiglia è originaria di Gerusalemme dove trascorre la sua infanzia. Figlia di un commerciante e guardia della Moschea al-Aqsa, frequenta un collegio privato, il Dar-At-Tifel diplomandosi nel 1991. Sin da giovane dimostra di avere una particolare propensione agli avvenimenti sociali legati al suo paese e infatti oltre allo studio nel tempo libero presta assistenza come volontaria nei campi profughi della Palestina. Due anni dopo il diploma nel 1993, vince una borsa di studio indetta dal governo italiano per un soggiorno di formazione rivolto a studenti stranieri di Medicina.

Si trasferisce in Italia dove frequenterà l’Università di Bologna. Impara subito la lingua inserendosi bene nel panorama culturale della città emiliana. Nel 1997 inizia a collaborare con alcune testate giornalistiche come Il resto del Carlino, La Nazione e Il Giorno, su cui scrive prevalentemente di cronaca locale, temi sociali e geopolitica. Si laurea e acquisisce esperienza come reporter iniziando a scrivere di politica estera con particolare attenzione ai conflitti che riguardano la sua terra. Diventa giornalista e abbandona la passione per la medicina, iscrivendosi come militante al Movimento Palestinese per la cultura e la democrazia.

L’esordio televisivo avviene con un primo intervento come ospite nella trasmissione “Diario di guerra” dell’emittente La7. Da quel momento inizia a curare la rassegna estera, soprattutto dei quotidiani e riviste in lingua araba per la stessa tv e inizia una collaborazione come editorialista per Il Messaggero, occupandosi sempre di politica estera. Nel 2003 passa alla conduzione del telegiornale notturno su La7 e l’anno successivo è la vincitrice del premio Mediawatch come miglior conduttrice emergente del momento. Si innamora dell’artista e scultore contemporaneo bolognese Davide Rivalta, classe 1974, da cui avrà una bambina di nome Miral.

Dopo la separazione dal compagno lascia Bologna e con la figlia si trasferisce a Roma. Nuovi progetti l’attendono e inizia nel 2005 con la conduzione di “Pianeta7”, un programma di approfondimento dedicato agli avvenimenti esteri. Nella stagione estiva interviene come moderatrice nella trasmissione “Omnibus Estate” e in seguito si alterna nella conduzione con Antonello Piroso. Come scrittrice ha pubblicato due romanzi editi da Rizzoli, “La strada dei fiori di Miral” del 2004 da cui è stato tratto il film “Miral”, e “La sposa si Assuan” del 2005. Entrambi i libri sono legati alla sua terra d’origine. Ha combattuto molto per la divulgazione del film che ha riscontrato l’ostilità del governo israeliano. È stato proiettato in America presso il Palazzo delle Nazioni Unite il 13 marzo del 2011. Dopo una collaborazione con la Rai si è trasferita a New York dove vive attualmente con il marito Arthur Altschul.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Rula Jebreal: tutto sulla giornalista palestinese