Come far germogliare e piantare i semi di limone

Colori e profumi. In una parola: agrumi! Scopri come piantare i semi di limone per coltivare la tua pianta in casa o in giardino

Il limone è un agrume che caratterizza il paesaggio del Mediterraneo, profumando l’aria con il suo inconfondibile aroma e insaporendo i piatti della cucina locale. Si tratta di una pianta resistente e relativamente facile da coltivare: non serve molto spazio per riuscire a raccogliere con il tempo i propri limoni a Km 0 direttamente in giardino o sul terrazzo. Sono quindi diversi i motivi per i quali l’agrume del colore del sole suscita l’attenzione dei cultori del green, che si domandano come piantare semi di limone per avere a disposizione dei gustosi frutti ‘fatti in casa’.

Coltivare limoni dal seme: cosa serve?

Cominciamo a ‘sporcarci le mani’ e vediamo come si pianta un seme di limone nella terra. Si tratta di un processo che richiede maggior tempo rispetto a piantare i semi di limone nel cotone, ma che – con i giusti accorgimenti e con un po’ di pazienza – può risultare davvero fruttuoso. Ecco come scegliere il necessario:

  • Vaso: i limoni preferiscono avere spazio attorno a loro, piuttosto che profondità per le radici. Meglio quindi procurarsi un vaso, con buchi per drenaggio dell’acqua, di circonferenza abbastanza ampia. La posizione è fondamentale, perché la pianta di limone ama la luce del sole: sistemiamo il vaso in un luogo nel quale possa ricevere la giusta dose di irradiamento naturale giornaliero.
  • Terra: terriccio biologico per acidofile, non argilloso, è quello che serve per incubare il seme del limone. Unitamente al terriccio è consigliabile acquistare del fertilizzante naturale come vitamina per il giovane virgulto.
  • Limone: servirà un ‘genitore’ dal quale prelevare il seme della nostra piantina. Scegliamo un limone biologico, coltivato senza l’uso pesticidi (causa spesso di ‘sterilità’ nei limoni industriali).

Consiglio pratico: se non si ha il pollice verde, il limone di Meyer può essere la risposta alla domanda: “Quali sono i migliori semi di limone da piantare?”. Questa varietà infatti ha dimensioni ridotte, quasi da pianta ornamentale ed è in grado di adattarsi anche in zone dal clima non favorevole.

Come piantare un seme di limone nella terra in 5 passaggi

Dopo aver procurato quanto serve, passiamo all’azione.

  1. Mettiamo la terra nel vaso, lasciando circa 2/3 cm di spazio dal bordo e bagniamola abbondantemente, ma senza ristagni d’acqua.
  2. Tagliamo a metà il nostro limone bio ed estraiamo il seme, succhiandolo fino a togliere il sapore agro e lasciandolo umido abbastanza perché possa germogliare.
  3. Scaviamo una buca nella terra, di massimo 3 centimetri di profondità, dove alloggeremo il seme di limone che ricopriremo con la terra umida, annaffiandola ancora un po’ con il nebulizzatore.
  4. Copriamo il vaso con la pellicola trasparente, sulla quale praticheremo dei forellini per fare passare l’aria e trattenere al contempo calore e umidità. Ricordiamoci di sistemare il vaso in un posto dove possa ricevere la massima irradiazione solare.
  5. Controlliamo che la terra sia sempre umida, prestando attenzione ad evitare i ristagni di acqua che potrebbero far marcire il seme. Dopo circa 2/3 settimane il seme di limone comincerà a germogliare e potremo togliere la copertura di plastica.

A questo punto, la nuova piantina di limone è nata e dobbiamo prendercene cura tutti i giorni, combattendo eventuali parassiti e dandole vigore e nutrimento con il concime naturale. Consiglio pratico: piantare più semi di limone aumenta la possibilità che almeno uno germogli e dia vita a una pianta bella e sana.

Metodo veloce per far germogliare semi di limone

Il seme di limone può essere fatto germogliare usando del cotone idrofilo, oppure della carta da cucina, al posto della terra. Far germogliare i semi di limone senza terra accelera i tempi: dopo circa una settimana, la nuova piantina comincerà a mettere i ributti. Il seme estratto dovrà essere pulito dalla ‘pellicina’ protettiva, agendo con estrema delicatezza per evitare danni al nocciolo. Così sbucciato il seme verrà avvolto fra due strati ben inumiditi di cotone, oppure di scottex e riposto in un contenitore trasparente. È sufficiente un bicchiere coperto con la pellicola trasparente forata per favorire la traspirazione. Posizioniamo il contenitore in un luogo tiepido e assolato. Dopo circa 3 giorni controlliamo che l’ambiente sia ancora umido e, nel caso, provvediamo con il nebulizzatore. Dopo circa 7 giorni il seme di limone germogliato potrà essere messo a dimora nella terra, ripetendo i passaggi descritti nel paragrafo precedente.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Come far germogliare e piantare i semi di limone