I 5 parassiti delle piante da eliminare in fretta!

Alcuni parassiti delle piante vanno eliminati non appena si notano, per avere tutto l'anno piante sane e belle

Sono tanti i parassiti che infestano le piante, animali o fungini. Alcuni di questi sono particolarmente dannosi e conviene eliminarli non appena se ne vedono alcuni esemplari, perché possono risultare molto dannosi e alcuni tendono a proliferare molto rapidamente.

Tra i più temuti ci sono certamente gli acari: minuscoli ragni, di colore rosso o marrone, che si nutrono della linfa prelevandola dalle foglie e dalle parti tenere delle piante. Si possono facilmente riconoscere a causa delle sottili ragnatele che formano sul fogliame. Le piante mostrano foglie con puntini ingialliti o rossastri e difficilmente si notano esemplari dei parassiti, ma solo il risultato della loro opera di distruzione. Generalmente prediligono i climi caldi ed asciutti e si debellano con appositi acaricidi, visto che i più comuni insetticidi a volte non funzionano contro questi ragnetti. Prevenite il loro proliferare mantenendo le piante correttamente annaffiate e concimate.

Un insetto che colpisce moltissime piante, soprattutto in primavera, è l’afide. Si tratta di un piccolo esserino di colore verde, giallo, o nero, a seconda della specie. Gli afidi si annidano sui germogli ed i boccioli; questi insetti sono spesso favoriti nel loro sviluppo dalle formiche, che vanno allontanate dalle piante per poter debellare anche gli afidi. Molto diffusa anche la cocciniglia, un piccolo insetto dall’aspetto cotonoso, di colore bianco. spesso le cocciniglie depositano le uova in minuscole sacche, rivestite di una sostanza cerosa ed appiccicosa, che impedisce a qualsiasi insetticida di penetrare, si usano quindi prodotti oleosi.
Un parassita fungino che si trova spesso sulle piante è la peronospora, che decolora le foglie, creando zonature giallastre. Il fogliame colpito dal fungo tende a deperire rapidamente per poi cadere. Le piante risultano debilitate e smorte. Se ne previene la comparsa utilizzando prodotti a base di rame. Anche i lepidotteri possono causare danni alle piante ornamentali: si tratta di farfalle che depositano le uova sotto le foglie o sui fusti. Le larve si cibano voracemente del materiale vegetale, causando il deperimento dei germogli e delle piante colpite. Per evitare che divorino ampie quantità di fogliame è bene utilizzare appositi antagonisti, come batteri o insetti opportunamente selezionati.

Immagini: Depositphotos

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

I 5 parassiti delle piante da eliminare in fretta!