Perché i cani fanno le puzzette e cosa fare?

Capita anche ai nostri amici a quattro zampe di non poter trattenere e dover liberare tutta l’aria in eccesso. Ecco come intervenire.

Quali sono le possibili cause

Le flatulenze dei nostri cani, oltre a poter essere particolarmente maleodoranti, possono metterci alla prova se ci troviamo in un luogo pubblico! Ma da dove arriva quest’aria in eccesso? Le origini possono derivare da differenti motivazioni che andremo ad analizzare di seguito.

Alimentazione errata

Un’alimentazione scorretta, di bassa qualità e non adatta ai nostri cani, può contribuire a una produzione eccessiva di aria nel loro intestino. Tutti i componenti del pasto che non sono stati digeriti a livello gastrico (come le fibre) arrivano a livello enterico dove i batteri iniziano un processo di fermentazione per cercare di elaborarli. Da questo fenomeno vengono generati dei gas (spesso dall’odore pungente) che verranno poi eliminati con le flatulenze.

Cambio alimentare

Cambiare il tipo di alimento, in maniera repentina e senza i giusti accorgimenti, può provocare un forte stress intestinale causandone un mal funzionamento.

Eccessiva ingestione di aria

Normalmente, durante l’ingestione del pasto viene introdotta una fisiologica quantità di aria nello stomaco. Il problema sopraggiunge in quei soggetti che mangiano con eccessiva foga, divorando il tutto senza nemmeno masticare. Condizioni ben più gravi, sono quelle legate a patologie dispnoiche, in cui il soggetto ingerisce aria per una grave difficoltà respiratoria. Per eruttazione o per eliminazione intestinale, quest’aria dovrà essere evacuata.

Alimenti errati, intolleranze e allergie

Esistono alimenti che non devono essere dati ai nostri cani. Frutta, verdura, carboidrati, latte e derivati, cibi troppo grassi e spezie possono essere all’origine di cattivi odori e meteorismo intestinale.

Malattie croniche intestinali e sovrappeso

Sono condizioni patologiche che provocano un disagio gastro-enterico con conseguente meteorismo e flatulenze. Problematiche come coliti frequenti, patologie enteriche infiltrative od oncologiche e parassiti possono compromettere la normale motilità e il funzionamento del tubo digerente.

Da sapere

Queste sono le principali cause, oltre a quelle di predisposizione di razza, come nel caso dei cani brachicefalici. Il problema causato dal fenomeno della flatulenza, però, non deve concentrarsi solo sugli odori spiacevoli e sul disagio che provoca: i cani che ne soffrono patiscono seriamente. L’aria tende a distendere le anse intestinali, causando forti dolori colici.

Come risolvere il problema (e come prevenirlo)

Ripercorrendo l’elenco precedente, vi suggerisco di:

  • Prestare molta attenzione alla qualità del cibo che somministrate al vostro cane, alla modalità con cui lo assume (utilizzate espedienti come la ciotola labirinto per rallentarli, ad esempio) e ai cambiamenti alimentari che effettuate (graduali e lenti);
  • Non somministrare cibi potenzialmente pericolosi o che possano favorire la formazione di gas;
  • Mantenete sempre in forma il vostro amico a quattro zampe facendogli fare attività fisica (anche solo delle belle passeggiate);
  • Somministrate la giusta razione di cibo e tenete sotto controllo il loro stato di salute (parassiti e benessere fisico).

Non dimenticate di usare i nostri amici probiotici. Rimpiazzare i batteri buoni che hanno sofferto nelle condizioni patologiche determinate dal meteorismo, consente di poter rafforzare la schiera di batteri buoni che lavorano al servizio dei nostri cani migliorando, così, i processi digestivi e di assorbimento intestinale e garantendo una migliore e più rapida ripresa.

Clicca qui per scoprire cosa sono i probiotici e come usarli per supportare il benessere intestinale del tuo cane

Ovviamente, il parere del vostro medico veterinario è, e rimane, sempre fondamentale: i probiotici possono aiutare, ma per problemi ben più seri è fondamentale una diagnosi medica.

 

di Giuseppe Faranda, Medico Veterinario