Asciugare i capelli in estate: i migliori metodi senza calore

In estate asciugare i capelli all’aria è quasi un must, complici il sole ed il caldo. Ma come ottenere una piega perfetta anche senza calore?

Camilla Cantini Beauty blogger

Una delle cose belle dell’estate è lasciare asciugare i capelli all’aria, un po’ per il sole e le belle giornate, un po’ perché l’idea di utilizzare un phon caldo sulla testa è davvero insopportabile. Ecco quindi che capita di lasciare libera la chioma di asciugarsi da sola, con risultati però a volte discutibili. Chi ha i capelli crespi, chi non riesce a dargli un senso, a chi rimangono secchi… la soluzione è trovare un metodo e dei prodotti adatti alla propria tipologia e il risultato sarà una piega perfetta, come con spazzola e phon.

Una premessa è d’obbligo: se soffrite di cervicale o vi raffreddate facilmente, meglio non lasciare i capelli completamente bagnati ed asciugarli magari dietro la nuca e le orecchie, o utilizzare l’asciugacapelli con un getto meno forte e con il calore al minimo. Inoltre bisogna fare attenzione, perché i capelli bagnati sono molto più fragili, bisognerebbe quindi spazzolarli il meno possibile ed evitare acconciature ed elastici che stringano troppo, perché potrebbero spezzarli.

Fonte: 123rf

Capelli mossi e ricci definiti, effetto volume

Non è vero che chi ha i capelli ricci o mossi è avvantaggiato, perché uno strumento essenziale per l’asciugatura di questa tipologia di capelli è il diffusore. Non utilizzandolo si rischia di ottenere poco volume e un mosso non così definito.

Per prima cosa, da ripetere qualsiasi sia il metodo per asciugare i capelli senza calore, dovete eliminare l’eccesso di acqua, possibilmente con un asciugamano in microfibra o fibre di bambù, che assorbono la giusta quantità di umidità ed aiutano ad eliminare l’effetto crespo ed elettrico. In questo modo, inoltre, i capelli avranno modo di iniziare ad asciugarsi e una volta lasciati liberi all’aria impiegheranno meno tempo per l’asciugatura completa.

Fonte: 123rf

Dopo aver lasciato i capelli nel turbante, toglietelo ed applicate i prodotti più adatti alla vostra tipologia di capelli: oli nutrienti se li avete particolarmente secchi, latte idratante se non volete appesantirli, sieri e, fondamentali, prodotti per lo styling dei capelli ricci. Le mousse sono ancora i prodotti più scelti, ma spesso tendono a seccare i capelli. Esistono alternative, sia green che non, come creme e gel, che sostengono il riccio lasciandolo però morbido ed elastico, senza un effetto rigido.

Applicate la vostra combo di prodotti effettuando il movimento “scrunch, ovvero prendendo le ciocche di capelli tra le mani, con le punte appoggiate sul palmo, e poi “accartocciate” la ciocca all’interno, tirandola verso l’alto, come se doveste strizzarle.  Lasciate asciugare i capelli all’aria ma non dove c’è vento, altrimenti l’effetto crespo sarà dietro l’angolo. Ripetete lo scrunching a intervalli di tempo regolari finché i capelli non saranno quasi asciutti, in modo da aiutare il riccio a tenersi. In alternativa, se siete di fretta, con un diffusore date una passata veloce di phon con lo stesso metodo e poi continuate l’asciugatura naturale.

Fonte: 123rf

Trecce e Boxer Braids, per un effetto Beach Waves assicurato

Se l’effetto Beach Waves come al mare è il vostro preferito, un metodo facile per ottenerlo è quello di creare delle trecce e lasciare che i capelli si asciughino da soli. In base al tipo di treccia ed a quanto stringerete le ciocche, potrete ottenere un mosso molto più definito o più morbido.

Dividete i capelli in due parti e formate due trecce laterali, avendo cura prima di applicare prodotti di styling. Più le trecce saranno strette più il mosso sarà definito e fitto, ma i capelli impiegheranno più tempo ad asciugare. Per un effetto mosso molto naturale e soft, invece, stringete poco le ciocche. Se invece volete capelli mossi che partano dalla base della testa, e non circa dalle orecchie, invece che le classiche trecce realizzare delle Boxer Braids, che partano proprio dall’attaccatura. Anche in questo caso, con due trecce laterali avrete un effetto meno marcato, mentre facendone 4 o più riuscirete ad avere i capelli molto più mossi. Tra l’altro, le trecce sono un ottimo metodo per mettere i capelli in piega anche di notte, mentre dormite.

Fonte: 123rf

Per una piega mossa da diva, provate lo chignon o gli Space Buns

Per ottenere una piega morbida, voluminosa e con onde ampie potete invece raccogliere i capelli in uno chignon alto, tirato e stretto. Così facendo, una volta sciolti i capelli, l’effetto sarà di un liscio con qualche onda, senza effetto crespo. Per un effetto di movimento più intenso, invece, realizzate due chignon ai lati della testa, perfetti come acconciatura da spiaggia in perfetto stile festival, gli Space Buns. Se invece volete ottenere un mosso molto più definito, ma non in stile Beach Waves o se non siete in grado di realizzare delle trecce, provate i Bantu Knots. È un’acconciatura che consiste nel dividere la testa in varie sezioni e creare tanti piccolo chignon che, una volta sciolti, vi regalerà un effetto molto mosso.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Asciugare i capelli in estate: i migliori metodi senza calore