Una mela nel forno caldo: il trucco geniale per la tua casa

Oltre ad essere un vero toccasana, la mela può diventare un perfetto alleato per avere un profumo incredibile in tutta casa

Gialle, verdi, rosse: le mele sono squisite in ogni loro varietà, impreziosiscono la tavola con la loro freschezza e sono un vero toccasana grazie alle vitamine e ai sali minerali di cui sono ricche. E se vi dicessimo che si possono usare persino per avere un buon profumo in tutta casa? Ebbene sì, una singola mela può trasformarsi nell’alleato perfetto per dire addio ai cattivi odori in cucina (e non solo). Vediamo come fare.

Come usare la mela per combattere gli odori sgradevoli

In cucina è davvero facile creare cattivi odori. Molto più difficile è sbarazzarsene: spesso si impregnano nelle superfici utilizzate per preparare i pasti, come i taglieri e le pentole, ma anche sui tessuti che si trovano nei paraggi e ovviamente all’interno degli elettrodomestici impiegati per la cottura. Prima di passare alle “maniere forti” – con prodotti aggressivi e profumatori per ambienti – potete provare un semplicissimo rimedio naturale che in pochi conoscono. E che ha come vero protagonista proprio il frutto per eccellenza, la mela.

Mettere una mela in forno può rivelarsi l’idea geniale per avere una casa super profumata in pochi istanti. Come fare? Il procedimento è semplicissimo, e il risultato è straordinario. Basta prendere una mela e tagliarla a fettine, quindi disporre queste ultime in una teglia ricoperta di carta da forno. Ora non dovrete far altro che infornare il tutto, cuocendo la frutta a 180°C per circa 15 minuti. A fine cottura, scoprirete che i cattivi odori rimasti all’interno del forno dopo il suo precedente utilizzo sono ormai scomparsi.

E non finisce qui: lasciando aperto lo sportello dell’elettrodomestico, in pochi minuti l’aroma della mela cotta va a neutralizzare gli odori sgradevoli presenti in tutta la cucina. Compresi quelli più ostinati come l’aglio o il pesce. Addirittura, potete approfittarne per aprire le porte di ogni stanza e lasciare che il profumo si diffonda in tutta casa. Piacevole e fresco, è l’aroma ideale per rendere gli ambienti domestici più gradevoli in pochissimo tempo, senza bisogno di usare profumatori artificiali. E se volete regalarvi un’atmosfera natalizia, non dimenticate di aggiungere una spolverata di cannella sopra le fettine di mela, prima di metterle in forno: il successo è garantito.

Come preparare dei profumatori naturali per la casa

Le mele al forno diventano quindi un’ottima alternativa ai profumatori artificiali, ma ci sono molte altre soluzioni per avere un buon odore in tutta casa, sempre sfruttando questi frutti squisiti. La loro buccia può essere usata in modi diversi affinché sprigioni il suo profumo delizioso. In inverno ad esempio, potete approfittare dei termosifoni accesi per far sì che l’aroma si diffonda in ogni stanza: sbucciate alcune mele (che potete consumare come spuntino, aggiungere ad una buona macedonia o utilizzare come ingrediente per dolci buonissimi) e posate le bucce sui caloriferi, negli ambienti che volete deodorare. Per un profumo più pungente e agrumato, aggiungete anche delle scorze d’arancia.

Un’altra idea geniale è il potpourri fai da te, da sfruttare non solo per avere un buon odore in tutta casa, ma anche come graziosissimo soprammobile. In questo caso, come primo passaggio dovrete essiccare le bucce di mela: se non avete un essiccatore, mettetele in forno a 90°C per un’ora e poi abbassate la temperatura a 70°C, lasciandovi le bucce al suo interno ancora per un paio d’ore. Una volta raffreddate, trasferitele in un contenitore di vetro o in un piattino, aggiungendo spezie (come cannella e vaniglia) o oli essenziali a vostro piacere.

Seguendo lo stesso procedimento, potete preparare dei sacchettini da mettere nell’armadio o nei cassetti, in modo da profumare i vostri abiti. Dopo aver essiccato le bucce di mela, fatele a pezzettini e inseritele in sacchettini di stoffa da chiudere con un nastrino. Anche in questo caso, potete aggiungere spezie o oli essenziali per rendere il risultato ancora più speciale. Questa è anche un’ottima idea regalo, se siete amanti del fai da te e volete sorprendere le persone a voi più care: sbizzarritevi con il confezionamento e il gioco è fatto.

Se infine volete realizzare un profumatore spray per tessuti, il procedimento è semplicissimo: mescolate insieme delle bucce di mela, alcuni chiodi di garofano e una bacca di vaniglia, quindi aggiungete acqua tiepida e un cucchiaio di vodka (che, tra le altre proprietà, vanta quella di eliminare gli odori dai tessuti). Trasferite tutto in un contenitore spray e utilizzate il vostro deodorante per profumare gli ambienti, vaporizzandone un po’ su divani, tende e cuscini. Attenzione ai tessuti più delicati: fate prima una prova su un angolino nascosto, per evitare che possano rovinarsi.

Mele, alleate perfette per le pulizie domestiche

Insomma, abbiamo visto che le mele sono ottime per profumare tutta casa, ma in realtà possono tornare utili persino per le pulizie domestiche. Ad esempio si rivelano un potente anticalcare: sbucciate le mele e mettete le bucce su un pentolino pieno d’acqua, lasciandole bollire per almeno 30 minuti. Filtrate il liquido così ottenuto e versatelo in uno spruzzino, aggiungendo anche il succo di un limone (che ha un’ottima azione contro il calcare). A questo punto, non dovrete far altro che utilizzarlo sulle superfici da trattare e lasciarlo agire per qualche minuto: il risultato è strepitoso.

Un ultimo consiglio riguarda l’aceto di mele: questo è un ingrediente quasi magico, utilissimo in molte situazioni diverse. Lo si può preparare in casa, con un po’ di pazienza. Sistemate degli scarti di mela (torsoli e bucce) in un recipiente di vetro, coprite il tutto con l’acqua e aggiungete due cucchiai di zucchero, meglio se di canna, mescolando bene. Poggiate una garza sull’imboccatura del contenitore, così da permettere ai gas della fermentazione di uscire, quindi sistemate il barattolo in un luogo riparato dal freddo e dalla luce del sole.

Mescolate il contenuto del recipiente una o due volte al giorno per le prime due settimane. A questo punto togliete ogni residuo di mela e lasciate il succo a fermentare ancora per quattro o cinque settimane, avendo cura di mescolarlo solo una volta ogni tre giorni. Al termine di questo procedimento avrete un ottimo aceto di mele: potete usarlo in cucina per insaporire i vostri piatti, oppure per combattere la pelle grassa o la forfora (impiegandolo rispettivamente come tonico o dopo lo shampoo). Diluito in acqua, invece, è utile per sbiancare i tessuti ingialliti, per combattere la muffa, per togliere l’opaco dai bicchieri in lavastoviglie e per pulire il frigorifero.