Consumi energetici: come ridurli

I consumi energetici sono una spesa che incide molto sul budget mensile. Riuscire a ridurli gioverà moltissimo al tuo portafogli, ma anche all'ambiente. Ma come fare concretamente? Ecco una guida completa

Simona Bondi

Simona Bondi Esperta di risparmio

I consumi energetici sono una spesa che incide molto sul budget mensile. Riuscire a ridurli gioverà moltissimo al tuo portafogli, ma anche all’ambiente. Ma come fare concretamente? Ecco una guida completa su come ridurre i consumi energetici in casa.

Come ridurre il consumo legata alla temperatura della casa

Una delle spese che maggiormente incide sui consumi energetici è quella legata al raffreddamento o riscaldamento della tua abitazione. Termosifoni, condizionatori, stufe se non utilizzati correttamente non ti permettono di ottenere la giusta temperatura costringendoti ad usarli per più tempo e più intensamente.

Per fortuna esistono diversi accorgimenti che puoi attuare per rendere più leggera questa spesa:

  • Regola il termostato in modo che si spenga quando in casa non c’è nessuno
  • Imposta una temperatura di massimo 16° centigradi
  • Se devi arieggiare le stanze, tieni la finestra aperta per pochi minuti
  • Aziona il boiler elettrico solo 3-4 ore prima che ti serva e non superare i 55°
  • Se possibile valuta di sostituire il boiler elettrico con uno a gas

Questi piccoli accorgimenti ti permetteranno di ridurre sino al 50% i consumi risparmiando notevolmente sui costi della bolletta.

Anche per quanto riguarda il condizionatore è necessario prestare attenzione ad alcune cattive abitudini e cercare di eliminarle per evitare che la bolletta diventi troppo costosa:

  • Posizionalo in un punti alto e assicurati che sia lontano da divani e mobili che bloccano il circolo dell’aria
  • Scegli un prodotto che abbia una classe A o superiore
  • Non acquistare un prodotto sovradimensionato rispetto alle tue effettive necessità

Il consumo degli elettrodomestici

Lavatrice, frigo, forno e lavastoviglie sono gli elettrodomestici che incidono di più sulla bolletta dell’elettricità. Anche in questo caso ci sono diversi accorgimenti che puoi adottare per usarli in maniera più efficiente e risparmiare diversi euro.

Frigorifero: il frigorifero dovrebbe avere una temperatura compresa tra i 1 e 4°C e per il congelatore è ‐18°C. Per evitare sprechi di elettricità e dispersione di calore, non introdurre mai all’interno del tuo frigo cibi troppo caldi e ricordati di non tenere la porta aperta per troppo tempo. Inoltre ricordati di sbrinarlo almeno una volta al mese.

Lavatrice: per risparmiare escludi il prelavaggio e avvia la lavatrice solamente a pieno carico per evitare sprechi energetici. Ricordati inoltre di lavare a basse temperature e di usare un anti-calcare. Infine, pulisci il filtro almeno una volta al mese e riuscirai a limare sino al 50% della spesa elettrica.

Lavastoviglie: per la lavastoviglie valgono regole molto simili a quelle della lavatrice ossia avviare sempre a pieno carico e pulire accuratamente il filtro. Ti consiglio anche di usare basse temperature e di evitare l’asciugatura ad aria calda.

Forno: un altro punto dolente sono i consumi del forno. Se ami cucinare saprai bene quanto il suo utilizzo incida sulla bolletta della luce. Ma ci sono 3importanti accorgimenti da adottare per abbassare la spesa. Il primo è quello di usare il pre-riscaldamento il meno possibile, solo quando strettamente necessario. Oltre a questo è fortemente consigliabile non aprire spesso lo sportello e spegnere il forno qualche minuto prima della cottura completa in modo da sfruttare il calore residuo.

Altri elettrodomestici: pc, tv, consolle di gioco

Il risparmio viene da piccole cose, come diceva sempre mia nonna “il tanto viene dal poco”. Anche sugli elettrodomestici più piccoli è possibile risparmiare: tv, pc, consolle di gioco e monitor vanno spenti del tutto quando non utilizzati.

Tenendo spenta la lucina dello stand-by taglierai i consumi di elettricità dal 5 al 10%.

Risparmiare e ottimizzare i costi dell’illuminazione

Le vecchie lampade ad incandescenza non sono più in commercio, ma anche tra quelle a risparmio energetico ci sono delle differenze. Le più economiche sono quelle a Led, che potrai utilizzare per illuminare facilmente tutta la casa.

Quelle al neon o fluorescenti tubolari sono indicate, invece, per tutte quelle aree che devono essere illuminate per molte ore.

Oltre alla scelta delle lampade LED, per risparmiare sino al 70% evita di usare lampadari con tante lampadine. Usane una sola e posiziona delle lampade aggiuntive solo nei posti in cui serve un’illuminazione diretta come la scrivania, il pc, il tavolo del pranzo, eccetera. E, ovviamente, ricordati di spegnerle sempre quando non le utilizzi.

Simona Bondi

Simona Bondi Esperta di risparmio Appassionata di risparmio, dal 2008 gestisce il Blog DimmiCosaCerchi dove riporta iniziative promozionali dedicate al mondo del risparmio: campioni omaggio, concorsi a premio e buoni sconto sono all’ordine del giorno. http://www.dimmicosacerchi.it

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Consumi energetici: come ridurli