Come coltivare il rincospermo, il falso gelsomino

Qualche consiglio per coltivare il rincospermo, pianta spesso scambiata per gelsomino

Il rincospermo è una pianta che assomiglia moltissimo al comune gelsominoma si distingue da piccole differenze estetiche. Prima di tutto, il rincospermo appartiene a una famiglia di piante diverse, difatti il suo nome latino è Trachelospermum jasminoides. I fiori e il profumo che questi emanano sono molti simili, sia per la forma che per il colore bianco. A distinguere queste due piante sono invece le foglie, che sono più spesse e superano di molti centimetri quelle del gelsomino. L’arbusto difatti può arrivare anche fino a dodici metri.

Il rincospermo fiorisce nella stagione primaverile – estiva; se ne potranno quindi ammirare i suoi delicati fiori nei mesi di maggio, giugno e luglio. La fioritura non si potrà di certo non notare: generalmente, nascono così tanti fiori da sembrare un velo bianco sopra l’intera pianta. Inizieranno a cadere verso la metà di luglio.

Per quanto riguarda la salute della pianta, il rincospermo deve essere posisionato in zone soleggiate, basta che non riceva direttamente i raggi del sole. Necessita di essere innaffiata regolarmente – quando si nota che il terreno è secco – sia in vaso sia in giardino. Si deve evitare di darle troppa acqua che potrebbe far marcire le radici.

La concimazione è un fattore molto importante. Generalmente, la terra deve essere concimata ogni due settimane sia prima che durante la fioritura[/iol_link] , interrompendo nella stagione invernale. Non essendo una pianta molto delicata, basta un semplice concime. Per il suo benessere, è meglio mantenere una temperatura che rientri tra i 22 gradi di massima e i 13 di minima.

Il rinscospermo è una pianta davvero facile da gestire e non richiede molte cure in inverno. Resiste senza problema ai periodi freddi, si può tenere anche in casa se posizionata in zone luminose. Essendo una pianta rampicante, può facilmente formare delle siepi o salire lungo una parete fino a ricoprirla completamente.

Immagini: Depositphotos

Come coltivare il rincospermo, il falso gelsomino