Come coltivare le piante aromatiche in vaso

Le piante aromatiche sono belle da vedere e utili in cucina: scopri quali scegliere e come coltivarle

Le erbe aromatiche, oltre a fare estremamente bene all’organismo, sono l’ideale per insaporire le pietanze in cucina e donare loro un tocco assolutamente unico e prezioso. Si acquistano dal fruttivendolo ed al supermercato, ma in pochi sanno che è possibile coltivarle anche sul balcone di casa propria. Coltivare piante aromatiche in terrazza, infatti, è una buonissima idea per donare colore ed armonia al proprio spazio esterno e, al contempo, dare un pizzico di grinta in più ai piatti in cucina.

Infatti, poco importa che tu viva in un appartamento in centro città, travolto dal trambusto e dal caso della metropolitana, o in una bella casa di campagna: coltivare una pianta aromatica non è un privilegio di chi ha un giardino, considerando che possono crescere molto bene anche in vaso, ma ovviamente con i giusti accorgimenti. Le erbe aromatiche non sono perfette solo per rendere più gustoso il piatto della domenica, sono molto profumate e ricche di oli essenziali che vantano svariate funzioni benefiche. Molte piante, infatti, costituiscono un repellente ideale contro gli insetti e sono spesso utilizzate in medicina per la cura di dolori e fastidi. Insomma, coltivare erbe aromatiche in vaso porta davvero moltissimi vantaggi.

Inoltre, saprai sicuramente che le erbe aromatiche sono impiegate per la preparazione di infusi e tisane e non solo per rendere più gradevoli le enormi tavolate d’estate in giardino.  Come ogni cosa, però, anche queste vanno dosate nella maniera giusta e mixate perfettamente per poter godere di tutti i benefici. Ovviamente, per potere coltivare ed utilizzare le erbe aromatiche nel migliore dei modi, è bene prima conoscerne l’origine, comprendere come sfruttarne al meglio i vantaggi e come vanno curate giorno dopo giorno. Se non si dispone di un giardino, è comunque possibile coltivare le piante aromatiche in vaso sul balcone o in terrazza e donare un gradevolissimo profumo all’ambiente esterno. Tutto ciò di cui hai bisogno è un buon vaso, anche riciclato o un contenitore di metallo, una buona esposizione alla luce e tanto amore.

Coltivare erbe aromatiche: esposizione al sole e tipologia di vaso

Per le piante aromatiche l’esposizione al sole è molto importante e si tratta proprio di un fattore vincolante nella scelta dell’erba ideale da coltivare in terrazza. Se hai la fortuna di disporre di un balcone soleggiato, potrai sicuramente sbizzarrirti nella scelta delle erbe aromatiche da coltivare per un successo garantito. In questo caso, potrai sicuramente optare per Salvia, Timo, Rosmarino, Basilico, Origano: tutte perfette per cucinare e per profumare l’ambiente. Se il tuo balcone è semi-ombreggiato non devi assolutamente abbandonare le speranze, in quanto puoi tranquillamente optare per altre tipologie, quali Prezzemolo, Aneto e Dragoncello. Queste, infatti, non necessitano di luce per più di mezza giornata per crescere a pieno e regalarti profumi ineguagliabili.

Hai un balcone rivolto completamente a nord? Non è certo una delle posizioni migliori, ma puoi comunque fare qualcosa e contare su altre piante come, ad esempio, l’Erba Cipollina e la Melissa.
Insomma, in base alla predisposizione alla luce del tuo balcone, puoi scegliere fra una vasta gamma di erbe aromatiche da coltivare in vaso per un risultato assolutamente garantito. Come per tutte le piante, anche per le erbe aromatiche la scelta del vaso è molto delicata: quelle annuali, ad esempio, possono essere coltivate in vasi piccoli; contrariamente alle piante perenni che necessitano di vasi di dimensioni più grandi e senz’altro capienti. La scelta del vaso, infine, è fortemente legata alla posizione in cui si trova il balcone, per la quale è meglio prediligere vasi in terracotta, con maggiore traspirazione e drenaggio per un ambiente esposto al sole per parecchie ore, ed in plastica per trattenere l’umidità nel caso in cui si parli di esposizioni a zone particolarmente ventose.

Coltivare erbe aromatiche: i segreti per un’annaffiatura perfetta

Anche l’annaffiatura gioca un ruolo importante nello sviluppo e crescita delle piante aromatiche e bisogna prestare tutta l’attenzione necessaria affinché il risultato sia quello desiderato, soprattutto dopo tanto lavoro. Queste, infatti, devono essere annaffiate con costanza senza per rischiare di annegarle e farle soffrire. Sarebbe quindi preferibile che le piante ricevessero acqua durante le prime ore del giorno, in modo tale che tutto il loro organismo funzioni regolarmente.

Ad ogni modo, se si è impossibilitati ad annaffiare di prima mattina, è comunque possibile farlo alla sera. Ci raccomandiamo, infine, di non dare acqua alle piante durante le ore centrali della giornata, così da non causare sbalzi termici che potrebbero risultare letali. Detto questo, scopriamo insieme quali sono le erbe aromatiche ideali da coltivare in vaso sul balcone del proprio appartamento.

Come coltivare il Prezzemolo in vaso

Il Prezzemolo è quell’erba aromatica che va bene dappertutto: ogni piatto contenente questa erba, ha sempre una marcia in più! Rende il piatto sicuramente più gustoso, oltre che molto bello! Questa pianta è tra le più facili da coltivare e, proprio per questa ragione, tra le più diffuse sui balconi degli italiani: cresce facilmente, non necessita di particolari attenzioni e può essere coltivata a partire dai semi.

Parliamo di una pianta biennale, la quale può essere raccolta 2-3 mesi dopo e che vanta proprietà uniche nel loro genere. Le foglie secche del Prezzemolo, appunto, sono ricche di fosforo, vitamina K, A e C e le proprietà benefiche agiscono in maniera positiva sulle funzioni del fegato, depurando l’intero organismo. Problemi di edemi e reumatismi? Il Prezzemolo costituisce sicuramente un valido aiuto essendo un ottimo diuretico.

Come coltivare l’Erba cipollina in vaso

L’Erba Cipollina è un’erba aromatica molto semplice da coltivare, considerando che non richiede particolare attenzione. È una pianta repellente, non particolarmente amata da insetti e parassiti, perenne, generalmente coltivata in un terreno che va mantenuto costantemente umido. La sarchiatura, tendenzialmente, viene fatta solamente ad inizio ciclo ed è molto importante esercitare massima cautela e delicatezza per evitare di rovinare i germogli in procinto di nascere.

Risulta quasi scontato ricordare che nella coltivazione in vaso dell’Erba Cipollina questa operazione è piuttosto limitata e va sempre utilizzato un terriccio buono, nonché di buona qualità. Per iniziare, questa erba aromatica in vaso potrebbe essere davvero un buon compromesso, sia perché è piuttosto facile da coltivare, sia perché renderà i tuoi piatti più gustosi che mai.

Come coltivare il Basilico in vaso

Sul balcone di casa tua puoi coltivare in vaso anche il Basilico: una vera delizia per la cucina, ma mai dimenticare le sue preferenze climatiche ed ambientali. Infatti, questo predilige temperature medie, con una buona esposizione ai raggi solari ed un’innaffiatura regolare. Essendo una pianta annuale, il Basilico, secca durante la stagione invernale ed il vaso è preferibile che venga posizionato in una zona luminosa, ma non in maniera eccessiva.

Le tue piantine, inoltre, necessitano di molta acqua, soprattutto durante la fase di semina e preferibilmente durante le prime ore del mattino. Perché coltivare il Basilico? È molto semplice: questa pianta aromatica non dona solo più gusto in cucina, bensì è un ottimo rimedio naturale contro i disturbi dell’apparato digerente. Contiene poi molti zuccheri, proteine, minerali, fibre ed aiuta a riacquisire la mancanza di appetito. Non sono tutti ottimi motivi per iniziare a coltivarlo a casa tua?

Come coltivare la Melissa in vaso

Se non pensi di avere il cosiddetto “pollice verde”, potresti iniziare a coltivare in vaso la Melissa per testare le tue doti. Iniziamo col dire che questa è una pianta aromatica rustica, in quanto si adatta facilmente ai più disparati climi. Si tende a coltivarla in vasi di forma rotonda o rettangolare, con del terriccio fresco e, possibilmente, in zone d’ombra. Sviluppandosi molto velocemente, permette anche di essere trapiantata in tempi piuttosto brevi, specialmente in primavera ed ottenere fiorenti piantine.

Durante le giornate più calde, è bene tenere a mente che la Melissa richiede acqua per almeno due volte al giorno: la mattina presto e la sera, al rientro dal lavoro. Versa l’acqua all’interno del vaso, in modo tale da inumidire il terriccio, ma fai molta attenzione a non bagnare le foglie. Infine, è bene svuotare sempre il sottovaso per non creare ristagno.

Come coltivare il Timo in vaso

Anche il Timo è un’erba aromatica molto facile da coltivare in vaso ed i suoi fiori profumeranno sicuramente l’intero balcone. Per crescere sano e forte, il Timo necessita di una zona arida ed è proprio per questo che è consigliabile posizionarlo in pieno sole, non sopportando le basse temperature.
Durante la stagione calda, sarà bene che riceva acqua in maniera regolare, nonostante prediliga il terreno asciutto. A tal proposito, è bene annaffiare a piccole dosi senza correre il rischio di creare dannosi ristagni di acqua.

Come abbiamo detto, il Timo non ama particolarmente la stagione rigida ed è quindi bene spostarlo dal balcone e posizionarlo in casa, al riparo da vento ed eventuali ghiacci: noterai probabilmente che, durante il periodo invernale, la pianta potrebbe seccarsi, ma questo fa parte del gioco e verso la primavera vedrai i suoi delicati germogli sbocciare. Inizia a creare il tuo piccolo orticello di erbe aromatiche a partire proprio da questa pianta!

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Come coltivare le piante aromatiche in vaso