Come addestrare il cane a non prendere il cibo da estranei

Le regole e i consigli per addestrare il cane a non prendere il cibo da estranei, tenendolo sempre al sicuro

Addestrare il cane a non perdere il cibo da estranei è fondamentale per tenerlo al sicuro e per evitare che possa mettersi in qualche modo in pericolo. Ci sono infatti comandi che è essenziale insegnare da subito al proprio pet, come “vieni”, per evitare che possa scappare in strada, inseguire macchine oppure altri animali. Ma anche “fermo” e “lascia”.

Purtroppo non tutti amano gli animali e a volte può capitare di imbattersi in bocconcini avvelenati oppure estranei che, per un motivo o per l’altro, forniscono al cane del cibo che potrebbe fargli male. Proprio per questo è importantissimo che fido sia addestrato a rifiutare qualsiasi alimento che non provenga dal suo padrone.

Come insegnare al cane a non accettare il cibo da estranei

I cani – soprattutto se cuccioli – adorano mangiare e vanno pazzi per alcune leccornie, per questo può risultare difficile addestrare il cane a non accettare cibo dagli estranei. Esistono però alcuni metodi che possono essere efficaci per raggiungere l’obiettivo.

Il metodo del comando in codice

Il primissimo metodo per addestrare il cane a non perdere cibo da persone sconosciute è quello di insegnargli una parola in codice, ad esempio “buon appetito” o “gusta”. Come funziona? Ogni volta che darai da mangiare a fido fallo sedere, poi attendi qualche secondo, infine utilizza il comando che hai scelto.

Se fido quando metti a terra la ciotola corre subito e va a mangiare, toglila e fallo sedere. Poi ripeti il comando per consentirgli di mangiare. Dovrai essere paziente, ma vedrai che in poco tempo il cane imparerà a seguire le vostre indicazioni. Ricordati che dovrai sempre lodare il pet quando eseguirà il tuo comando, usando il rinforzo positivo.

Quando avrà compreso potrai utilizzare la parola in codice sostituendo con un bocconcino la ciotola del cibo. Usa una procedura uguale: seduto, aspetta, infine gusta. Per avere la certezza che il cane sia pronto e preparato, mettilo alla prova: usa altre parola, assicurandoti che non prenda da magiare sino a quando non sentirà il comando “gusta”.

Il metodo del controllo degli impulsi

In alternativa si può usare un altro metodo. Fai sedere il cane e metti nel palmo della mano dei croccantini oppure un biscottino. Poi pronuncia il comando “cibo”, ossia il segnale che indica al pet che può prendere da mangiare. Se l’animale cerca di prendere da mangiare senza il segnale, copri i croccantini e riprova. Dovrai avere pazienza e dedicare al tuo pet almeno un’ora di allenamento per aiutarlo a imparare l’importanza di prendere da mangiare solo in presenza del comando.

Infine posiziona all’esterno un alimento che sia differente da quello che di solito mangia il cane. Uscite per fare una passeggiata e fate sì che il vostro animale non si avvicini in alcun modo al cibo, insegnandogli che dovrà prendere da mangiare solamente a casa e solo se glielo dai tu.

Come educare un cane a non mangiare tutto da terra

Fra le problematiche più comuni di chi ha un pet c’è quella di insegnare al cane a non mangiare tutto da terra. Una questione che è più frequente per quanto riguarda i cuccioli che si ritrovano spesso a correre per casa, raccogliere e mangiare qualsiasi cosa. Tale comportamento viene denominato “pica” e potrebbe rivelarsi pericoloso se il cane si ritrova a mangiare metallo, plastica e oggetti non commestibili, con conseguenti danni per intestino e stomaco.

Come educare un cane a non mangiare tutto da terra? “Per prima cosa dobbiamo valutare meglio il comportamento del cane – ci spiega Silvia Delfini, veterinario per cani e gatti -. I motivi possono essere tanti: stress, noia, bisogno di attenzioni, fame, ma anche ossessività patologica. In ogni caso sarebbe preferibile rivolgersi a un veterinario comportamentalista. Una visita potrebbe aiutare a comprendere la causa del comportamento dell’animale e risolvere il problema”.

Oltre a lavorare sulle cause dietro la Pica esistono alcuni trucchi che possono rivelarsi utili per addestrare il cane a non mangiare tutto ciò che trova a terra. Per prima cosa verifica se il tuo pet mangia abbastanza. Il suo atteggiamento potrebbe essere causato dal fatto che non mangia abbastanza per il suo fabbisogno energetico. In questi casi una soluzione potrebbe essere quella di aumentare il quantitativo di pappa quotidiana un po’ per volta.

Preparati a intervenire con prontezza. Se il cane mette in bocca qualcosa che potrebbe essere pericoloso – come un vetro – aprigli la bocca con fermezza e levaglielo. Se afferra legni, foglie secche oppure erba lascialo fare: gli animali, specialmente se cuccioli, esplorano il mondo usano la bocca e questi oggetti sono innocui, dunque meglio permettergli di masticarli senza dover intervenire.

Sta masticando carta oppure fazzoletti? Intervieni usando il comando “lascia”, poi dagli in cambio uno snack goloso. Per insegnare a fido l’ordine “lascia” puoi usare inizialmente un gioco. In casa lancia una pallina oppure un pupazzo al cane, quando torna da te con il giocattolo proponigli una sorta di scambio: lasciagli un piccolo premio e pronuncia il comando “lascia”. Per motivare fido a lasciare la sua pallina o il pupazzo fagli annusare bene lo snack. Quando il tuo amico a quattro zampe avrà ripetuto l’esercizio per diverse volte, spostatevi all’esterno.

Prepara il terreno gettando oggetti che potrebbe afferrare con la bocca come a spesso, poi iniziate una breve passeggiata. A questo punto non ti resterà che utilizzare il comando. Ogni volta che il cane proverà a prendere qualcosa pronuncia in modo deciso “lascia” e dagli un premietto, superando la cosa che era a terra. Ricordati che il tuo atteggiamento (e la tua pazienza) sono fondamentali per addestrare il cane. Per questo dovrai avere fiducia nel tuo pet e attendere che capisca. Per invogliarlo ancora di più scegli degli snack che non siano le solite crocchette o i suoi biscottini, ma qualcosa di più sfizioso e goloso. In questo modo sarà maggiormente invogliato