Come coltivare le bacche di Goji in balcone

Alcuni utili consigli per coltivare le bacche di goji sul balcone della propria casa in maniera facile ed economica

Le bacche di Goji, frutti dalle molteplici proprietà, possono essere coltivate in casa in maniera facile ed economica.
Potrete sistemarle sul balcone della vostra casa e, con alcuni utili accorgimenti, avrete sempre a portata di mano questo benefico rimedio.

Innanzitutto è bene capire quali siano le proprietà che si attribuiscono a questa pianta. Negli ultimi anni queste piccole bacche rosse hanno conquistato proprio tutti.
Tanti vip hanno inserito questo alimento nella propria dieta, tra cui Madonna, che, come si può notare dalle foto postate sul suo profilo Instagram , all’età di 57 anni vanta ancora un fisico mozzafiato.

Esse sono una fonte preziosa di vitamina C ed E, e possiedono proprietà antiossidanti; per questo motivo vengono utilizzate per sconfiggere i radicali liberi, fastidiosi nemici della comparsa delle tanto odiate rughe.
Inoltre le bacche di goji risultano essere ricche di Omega 3 ed hanno una funzione di rinforzo del sistema immunitario.
Favoriscono anche lo studio in quanto aiutano la concentrazione e favoriscono le capacità mnemoniche.

Una delle proprietà più apprezzate è quella di agevolare il dimagrimento. Difatti il potere saziante di questi piccoli frutti è elevato e sono in grado di accelerare il metabolismo.
Sembra inoltre che esse siano un alimento afrodisiaco , in grado di aumentare il desiderio sessuale e la fertilità.

Unica pecca è il costo, non di certo economico.
Come fare dunque per concedersi questo piccolo elisir di lunga vita senza far piangere il portafoglio?

Potrete coltivare, con ottimi i risultati, le piante di Goji direttamente sul vostro balcone.
Basterà procurarvi i semi essiccati della pianta, che provvederete a seminare con l’arrivo della primavera. Se avete intenzione di tenere i vasi in casa potrete effettuare questa operazione anche nei mesi invernali.
In alternativa potrete anche comperare direttamente le piantine e procedere con il travaso. In questo caso abbiate cura di mettere le radici in un vaso con dell’acqua tiepida e di innaffiare con continuità.

Prima di trapiantare la pianta inserite all’interno del vaso delle palline di argilla espansa per far sì che non manchi mai una giusta dose di umidità.
Le bacche, che nasceranno in giugno, potranno essere consumate fresche, appena raccolte, o essiccate al sole.
In entrambi i casi esse manterranno intatte le loro proprietà benefiche.

Immagini: Depositphotos

 

Come coltivare le bacche di Goji in balcone