La prima passeggiata al guinzaglio del cucciolo

Con le prime uscite possono sorgere le prime difficoltà e il cane può dimostrare disagio nel camminare al guinzaglio. Ma è normale

Sabrina Romani Medico Veterinario

Accogliere un cagnolino in casa è sempre una grande gioia ma, come sappiamo, occuparsene richiede tempo ed impegno. I cuccioli hanno bisogno di essere educati sin da subito, il rischio altrimenti sarebbe quello di ritrovarsi con un cane adulto difficile da gestire. Oggi scopriremo insieme come far sì che il cane si abitui a passeggiare al guinzaglio, senza comportamenti sbagliati.

La Dottoressa Sabrina ci spiega che è normale che durante le prime uscite possono nascere delle difficoltà. La più comune vede i cuccioli spaventati dal contesto urbano e dal mondo attorno, disagio che dimostrano proprio nel non voler camminare al guinzaglio, problematica più comune nei cani timidi e meno espansivi.

Spesso la timidezza nei cani si deve al modo in cui il cane è stato allevato nei primi due mesi di vita. L’allevatore gioca un ruolo di estrema importanza nella socializzazione con gli ambienti, già da quando il cucciolo inizia a sviluppare i primi sensi. Un consiglio? Non crescere i cuccioli solo tra quattro mura.

Per seguire la pillola di Come cani e gatti, “Prima passeggiata al guinzaglio”, clicca e ascolta qui:

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

La prima passeggiata al guinzaglio del cucciolo