L’importanza dell’igiene dentale di cani e gatti

Il 75% dei cani e dei gatti che vivono nelle nostre case soffre di patologie dentarie. Come evitare l'insorgere di problematiche anche gravi

Sabrina Romani Medico Veterinario

Circa il 75% dei cani e dei gatti che vivono nelle nostre case soffre di patologie dentarie. Questo perché in genere, i problemi ai loro dentini vengono trascurati, portando poi il più delle volte ad infiammazioni, gengiviti, stomatiti ed altre patologie, anche gravi. Per questo bisognerebbe prestare costante attenzione all’igiene orale dei nostri animali, fin dalla comparsa dei denti definitivi, dal 3°-7° mese d’età. Cosa fare? Ce lo spiega la dottoressa Sabrina.

Sia il cane che il gatto sono mammiferi difiodonti che, come noi, hanno due dentizioni: una da latte ed una permanente, esattamente come gli essere umani. Nei cuccioli di cane i denti iniziano a fuoriuscire nella seconda o terza settimana di vita, per completarsi attorno al 55mo giorno di vita, arrivando a un numero totale di 28. Dai tre mesi ai 7 mesi questi denti da latte cadono per lasciare posto a quelli che saranno i 42 permanenti. Se non dovessero cadere, il vostro veterinario di fiducia potrebbe consigliarsi la rimozione.

Anche i gatti nascono senza denti, che spuntano dalla terza settimana e nell’arco di 4 mesi saranno sostituiti dai definitivi.

Per seguire la pillola di Come cani e gatti, ” Igiene dentale di cani e gatti”, clicca e ascolta qui:

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

L’importanza dell’igiene dentale di cani e gatti