XF, 4° live: Emma contro tutti. Ma il web la massacra (fuori Blue Phelix e Vergo)

X Factor, quarto live: l’eliminazione di Blue Phelix infiamma Emma, che spara a zero contro tutti. Ma i social non la perdonano e Vergo, secondo eliminato, le impartisce una bella lezione

Fedez lo aveva predetto: ospite del terzo live di X Factor, si era rivolto ai giudici  e con il sorriso sornione di chi la sa lunga e ha macinato n edizioni del talent aveva pronosticato: “Godetevela, perché tra un po’ comincerete a scannarvi fin dal camerino, non appena la gara entrerà nel vivo”. Ecco, non ci aspettavamo succedesse così presto.

La miccia è esplosa con il quarto live, che passerà alla storia come la puntata più infelice e litigiosa di X Factor 2020. Edizione partita benissimo, con un team di giudici (apparentemente) affiatati e preparati, talenti pazzeschi e una voglia di rinnovare e rinfrescare un talent che nell’ultima edizione aveva dato segni di stanchezza. Ma che improvvisamente ha invertito la tendenza, e ha improvvisamente palesato tutto le sue debolezze. Ovvero, e citiamo i pareri del popolo (leggi: la media dei tweet del mondo social): giudici troppo presi dalla produzione e dal proprio ego da affossare spesso vocalità e personalità dei loro talenti (vedi Manuelito con Elisa Casadilego), Emma talmente calata nel ruolo di mamma chioccia da perdere il senso della realtà, del gioco e dell’obiettività.

Già provata dall’uscita di Santi della scorsa settimana, con l’eliminazione immediata, a inizio puntata del suo Francesco-Blue Phelix, non ci ha visto più e al suono reiterato, ridondante, eccessivo di “Io sono coerente, io non sono paracula, io sono riconoscere un vero talento, io non faccio strategie (leggi: voi Manuel, Mika e Manuelito, lo siete) ha cominciato a sparare contro tutto e tutti, compresi i cantanti delle altre squadre. Insistendo sul fatto che Blue Phelix avesse pagato lo scotto della sua identità sessuale, in un mondo (l’Italia) ancora ancorato al Medioevo. Senza nemmeno prendere in  considerazione la possibilità che potesse semplicemente essere meno forte degli altri. O lei avere sbagliato qualcosa nel suo percorso di coach.

Ma il pubblico da casa distaccato e meno coinvolto, si è accorto di questa perdita di lucidità e obiettività. “Quante volte ha detto la parola “sincerità” Emma?; Ho perso il conto”; “Basta Emma, ti prego”. E ancora:  “Emma l’ha già detto di essere onesta e coerente e non paracula? Chiedo per un amico eh”; “Emma alle audition era spontanea, simpatica, una boccata d’aria fresca. Ora è presuntuosa, arrogante e così “non sono paracula” da essere paracula. La coerenza le ha fatto ciao”.

Perché che Emma sia verace e schietta è cosa assodata. Noi la amiamo per questo. Se però la franchezza diventa arma e alibi per attaccare il resto del mondo, si trasforma in pesantezza. E talvolta esagerazione, come quando rivolta a Mika (uno che sa perdere e incassa molto meglio di lei) dice: “Se vuoi ti traduco in italiano”.

La lezione più bella, ieri sera, gliela ha impartita un ragazzo, Vergo, della squadra di Mika, eliminato al secondo ballottaggio contro Mydrama. Rivolto ad Emma, che lo aveva appena eliminato, le ha detto “Vorrei che mi sorridessi Emma. Perché io sono grato di avere avuto questa possibilità, di essere arrivato fin qui”, mentre Mika sorridendo confermava che il suo percorso cominciava ora, con un bellissimo inedito da presentare al mondo. È pur sempre un gioco, Emma, si vince, si perde, e bisogna saper accettare entrambe le cose. Senza mai perdere l’eleganza e la gentilezza. Come ha fatto (e le ha insegnato) Vergo.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

XF, 4° live: Emma contro tutti. Ma il web la massacra (fuori Blue Phe...