X Factor, terzo live: dagli “sfondoni” di Mika alla disperazione di Emma

XF: Santi eliminato al terzo live, con disperazione di Emma, che ha dovuto compiere una scelta “fratricida”. Lacrime sublimate da Mika, che travolge con look, faccine e lessico improbabile

Non c’ dubbio che quest’anno X Factor, Covid e imprevisti a parte (la sostituzione in extremis di Cattelan, positivo, tanto per dirne una) sia di un altro livello. Parliamo delle bravura dei concorrenti, delle scelte azzardate ed estreme dei loro tutor, e di una giuria che per competenza e capacità sia musicale che produttiva sta partorendo dei risultati di altissima qualità. Guardi le esibizioni di molti di loro, da Blind a Casadilego, da Mydrama ai Melancholia (i favoriti alla finale, ca va san dire) anche e soprattutto con gli inediti, e ti sembra di assistere a performance di artisti navigati e famosi. Sono davvero lontani i tempi delle prime edizioni, in cui le esibizioni erano ben più a livello principiante, o  “grezze” , tanto per citare un aggettivo caro a Mika.

Per l’appunto,  Mika. Vero istrione di questa edizione, tornato a XF più in forma che mai, travolgente e irresistibile come lo ricordavamo, forse ancora di più. Non a caso, diciamolo, l’unico che era riuscito ad andare d’accordo con il cavallo pazzo Morgan e a diventare amico fraterno di una primadonna come Fedez.  Non si può non amarlo, nonostante gli outfit talvolta inguardabili, come la giacca traforata arancio di questa puntata, le faccettine alla Mr Bean (“Voglio un uomo che mi guardi con la faccia sognante di Mika mentre guarda Fedez”, hanno scritto su Twitter”) e gli “sfondoni” lessicali al limite dell’immaginazione.

Ieri sera, il tormentone “Croccodrillo” usato per presentare NAIP, è finito di tendenza sui social, e ha strappato ad Emma il commento “Fallo presentare da solo, che è meglio”.

Ma fortuna che c’è Mika, perché altrimenti il pathos di Emma, talmente calata nel ruolo di giudice-mamma da perdere ogni tanto il senso della realtà e della misura finirebbe per appesantire il programma. Va bene che sia sinceramente legata ai suoi ragazzi, ci sta che, avendo lei stessa vissuto sulla propria pelle logica e crudeltà del talent, sia particolarmente protettiva nei loro confronti. Ma le sue difese fiume condite da lacrime e imprecazioni cominciano ad essere un po’ troppo. Per fortuna che c’è Mika, dicevamo, con le sue irresistibili espressioni, facciali e linguistiche. Per fortuna che c’è Agnelli, con il suo rigore e la sua sincera passione. E per fortuna che c’è Hell Raton, ultimo arrivato ma ultra navigato, con la sua esperienza di producer con gli attributi, che senza dubbio, al di là dei risultati nel talent, troverà modo di indirizzare al meglio i suoi ragazzi nel mondo dell’industria musicale.

Per la cronaca: è stato eliminato Santi, giovanissimo cantautore bolognese del gruppo under uomini di Emma, finito al ballottaggio con il suo compagno di squadra Blue Phelix. Scontro fratricida che ha scatenato l’ennesima arringa commossa e infervorata di Emma. Che se riesce ad arrivare in finale lucida e non troppo traumatizzata, sarà già una vittoria (per lei).

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

X Factor, terzo live: dagli “sfondoni” di Mika alla disper...