X Factor 13, vince la piccola Sofia, grazie all’inedito più amato

X Factor 13, vince la diciassettenne Sofia Tornambene, di Sfera Ebbasta. Ad agevolarla, un inedito bellissimo scritto a 14 anni

Alla fine dei giochi di X Factor 2019  a vincere non sono stati La Sierra, il gruppo favorito dai bookmaker, e nemmeno i Booda, veri animali da palcoscenico che hanno (ri)animato una edizione altrimenti decisamente moscia, ma la piccola Sofia Tornambene, in arte “Kimono”scricciolo di 17 anni portato alla vittoria, più che dalle esibizioni non memorabili, da un inedito bellissimo. “A domani per sempre”, scritto a soli 14 anni. Che ha fatto la differenza.

Perché questa edizione di X Factor, dati alla mano, non ha brillato né per ascolti (quasi dimezzati rispetto allo scorso anno) né per una giuria, rinnovata in toto, che non ha saputo colmare l’assenza dei vari Fedez, Manuel Agnelli o Mara Maionchi (quest’anno del tutto “spenta”, quindi non pervenuta) delle scorse edizioni. Malika è stata una piacevole scoperta, per cultura musicale ed eleganza nei giudizi, anche quelli più taglienti, ma le è mancato il contraddittorio. Sfera, che doveva essere la rivelazione “cattiva e maledetta” di questa edizione, sembrava il chierichetto del gruppo. Samuel è stato senza dubbio il più bravo e lungimirante nello scovare i talenti, nonostante i fischi ai Bootcamp (ma si è preso la sua rivincita in diretta, ricordando al pubblico quando aveva criticato la scelta dei Sierra, arrivati in finale), ma anche lui si è rivelato  poco empatico col pubblico e i colleghi. Il problema, azzardiamo, è stata la mancata sinergia della giuria, più che la scelta singola di ognuno di loro fatta dalla produzione.

Ma soprattutto, più che la giuria, sono stati i concorrenti a non aver conquistato il pubblico. Lontani i tempi dei Maneskin o di Mengoni, nessuno di loro è riuscito ad essere travolgente e dominante, con esibizioni quasi sempre al limite della sufficienza. Eugenio Campagna, cantautore che poteva fare la differenza, si è bruciato alla semifinale con alcune dichiarazioni infelici. Forse sentiremo ancora parlare dei Sierra (duo di rapper romani molto bravi a comporre i testi)o dei Booda, dal carisma travolgente.

Di Sofia, la tenera vincitrice, che non faceva che ripetere commossa di come non potesse nemmeno immaginare di arrivare così lontano, quando scriveva le canzoni nel chiuso della sua cameretta, le auguriamo, come ha detto Malika di diventare grande, senza mai cedere alla vanità del successo: “Cerca di vincere questo X Factor Sofi, visto che ne hai tutte le carte per farlo. Ma dopo che sarà successo, ti prego di non cedere mai alla vanità e diventare una di quelle ragazzine che si siedono sul fatto di avere un grande talento. Perché dopodomani ne arriverà un’altra, e poi un’altra ancora, brava come te. Sappi che puoi fare delle cose grandiose anche da grande, quindi tienici compagnia perché sarebbe bellissimo”.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

X Factor 13, vince la piccola Sofia, grazie all’inedito più&nbs...