Wanda Nara e Icardi minacciano querela per l’inesistente scandalo sessuale

Dopo tanti pettegolezzi e gossip, Wanda Nara e Mauro Icardi hanno annunciato che passeranno alle vie legali contro chi continua a parlare di uno scandalo sessuale insistente

Wanda Nara e Mauro Icardi corrono ai ripari e minacciano querela per l’insistente scandalo sessuale. La modella e moglie del capitano dell’Inter qualche giorno fa aveva reagito duramente di fronte ai pettegolezzi riguardo presunti tradimenti e litigi legati anche alla squadra in cui milita il marito.

“Ultimamente stanno uscendo tante bugie su di me e sulla mia famiglia – aveva scritto su Instagram la manager argentina -, generalmente non rispondo mai ma in questo caso lo devo fare perché quello che si dice è di una gravità pesante. Tutte bugie e cattiverie INFONDATE!!!!!.Prima di tutto sono una mamma e mi occupo dei miei 5 bambini, sono sempre insieme a loro. Poi sono una moglie, la moglie di MAURO”.

“Dopo tutte le cattiverie che sono state dette mi sono dovuta tutelare – aveva aggiunto Wanda Nara -, quindi ho dato in mano tutto al mio avvocato. Sappiate che per tutte le accuse che verranno fatte a me e alla mia famiglia ne pagherete le conseguenze. Sappiate che vivo una vita normale: lavoro e, come ho scritto prima, mi occupo dei miei bambini, quindi voi occupatevi della vostra vita invece di scrivere cattiverie gratuite sulla mia. Grazie. Wanda Icardi”.

Detto fatto: Wanda Nara e Mauro Icardi in queste ore hanno annunciato la volontà di querelare tutte le testate che hanno parlato di questo insistente scandalo sessuale. “I Sigg.ri Icardi Mauro e Nara Wanda – ha spiegato la modella sui social -, tramite il legale di fiducia, hanno depositato denunce-querele in ordine al reato di diffamazione a mezzo stampa per censurare fermamente gli articoli pubblicati, dove si racconta di un presunto ed assolutamente inesistente ‘scandalo sessuale in casa Inter’, nonchè di ‘botte e tradimenti'”.

“Analoghe denunce-querele – si legge ancora nella nota -sono state depositate per ottenere l’accertamento della responsabilità penale di coloro i quali hanno diffuso su Whatsapp l’audio richiamato nei predetti articoli, nonchè la responsabilità penale dei direttori delle testate giornalistiche che hanno rilanciato la falsa notizia senza accertarsi di verificarne la veridicità, la continenza e la pertinenza”.

“Si intende così tutelare e difendere – continua il comunicato pubblicato da Wanda Nara – il buon nome dei Sigg.ri Icardi Mauro e Nara Wanda, coniugi, genitori e professionisti affermati, da quanto impropriamente, arbitrariamente e imprudentemente sostenuto nei citati articoli, evidentemente lesivi dell’immagine, dell’onore e della reputazione dei medesimi”.

Wanda Nara e Icardi minacciano querela per l’inesistente scandalo&nb...