Vieni da Me, la Balivo ospita Moccia e fa una confessione su Raoul Bova

La conduttrice napoletana, nel corso dell'intervista allo scrittore, ha svelato chi preferisce tra l'attore romano e Riccardo Scamarcio

Nel corso della puntata dell’Epifania di Vieni da Me, davanti a Caterina Balivo hanno sfilato diversi ospiti. La conduttrice napoletana ha infatti intervistato per il format de La Cassettiera l’attore Carlo Buccirosso, grande amico di Vincenzo Salemme e tra i co-protagonisti de La Grande Bellezza.

Protagonista del Chi preferisci? è stato invece il celebre scrittore, regista e autore televisivo Federico Moccia, che nello studio della Balivo ha svelato alcuni dettagli sulla sua carriera, sul suo rapporto con la figura paterna – lo scrittore è figlio del celebre regista e sceneggiatore Giuseppe Moccia, in arte Pipolo – e soprattutto sul rapporto con alcuni personaggi celebri del mondo televisivo e cinematografico.

L’autore di Tre Metri Sopra il Cielo si è anche lasciato andare a una piccola gaffe. Parlando dei volti del cinema che sceglierebbe per interpretare i protagonisti del suo ultimo romanzo, ha infatti definito Matilde Gioli un’attrice “non troppo conosciuta”.

La Balivo ha subito replicato facendo presente che la 30enne milanese ha debuttato con Virzì nella pellicola di grande successo Il Capitale Umano e rincarando la dose con un “Non troppo conosciuta mica tanto”.

Quando è arrivato il momento di scegliere il suo preferito tra diversi personaggi, Moccia ha dato spazio a chicche molto particolari. Il celebre scrittore si è trovato inizialmente davanti le fotografie di Riccardo Scamarcio, che ha debuttato al cinema proprio con il film ispirato a Tre Metri Sopra il Cielo, e Raoul Bova, protagonista di Scusa ma Ti Voglio Sposare.

Moccia li ha definiti “due personaggi molto diversi, molto interessanti”. Anche la Balivo ha detto la sua in merito e lo ha fatto con un chiarissimo “Beh, Raoul Bova è più bello”. Ha poi chiesto il parere del pubblico in studio, che all’unanimità ha ripetuto il nome dell’attore romano.

Dopo questa divertente parentesi lo scrittore e autore televisivo ha fatto la sua scelta, optando per Bova ma definendo comunque Scamarcio “un ottimo attore”. Per quanto riguarda Bova ha utilizzato parole sorprendenti, dichiarando di vederlo come “uno Hugh Grant italiano”.

Le successive immagini hanno dato a Moccia la possibilità di ricordare il periodo di lavoro con Bonolis a I Cervelloni, debutto su RAI 1 del conduttore 58enne e cult televisivo degli anni ’90 (Moccia era uno degli autori del programma).

Lo scrittore si è espresso con toni di elogio nei confronti di Bonolis, chiamando in causa “la sua grande capacità di giocare e di divertirsi con la gente”. La chiacchierata è andata avanti citando Leonardo Pieraccioni – protagonista di un filmato d’annata risalente ai tempi di Fantastico 12 e all’inizio degli anni ’90 – ma anche Carlo Conti, che ha lavorato con Moccia conducendo, sempre nell’ultimo decennio del XX secolo, le anteprime di Miss Italia.

La puntata si è conclusa con l’intervista a Jessica Melena, moglie dell’attaccante della Lazio Ciro Immobile, che ha ripercorso assieme a Caterina Balivo la sua storia con il calciatore di Torre Annunziata, dal fidanzamento fino alla nascita del piccolo Mattia, il loro ultimo figlio venuto al mondo il 17 agosto 2019.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Vieni da Me, la Balivo ospita Moccia e fa una confessione su Raoul&nbs...