Un posto al sole diventa Un po’ sto a casa, la soap opera in versione lockdown

Un posto al sole diventa Un po' sto a casa, la soap opera in versione lockdown si prepara a conquistare il pubblico.

Un posto al sole diventa Un po’ sto a casa, trasformandosi in occasione del lockdown. Per ventitré anni lo show è andato in onda, conquistando la simpatia di migliaia di fan, ma nell’ultimo periodo le riprese sono state bloccate. I protagonisti della soap però non hanno perso la voglia di intrattener i fan, così il daily drama si è trasformato.

Come? Diventando Un po’ sto a casa, uno spin-off in onda su RaiPlay con 40 puntate che saranno disponibili online dal lunedì al venerdì alle ore 18 a partire dall’11 maggio. Lo show è prodotto da Rai Fiction, Fremantle e Centro di Produzione Tv di Napoli della Rai, fra i protagonisti i volti più amati di Palazzo Palladini: Patrizio Rispo, Marina Tagliaferri, Ilenia Lazzarin e tanti altri attori.

“Terminato il lockdown – spiega la Rai in un comunicato – ritroviamo i condomini di Palazzo Palladini alle prese con la Fase 2 dell’emergenza sanitaria. Nonostante il lento riavvicinamento alla normalità e le prime attività consentite, i personaggi si cercano, si telefonano, si impegnano in attività di tutti i tipi, con esiti più o meno felici, si importunano a vicenda. Negli episodi della serie ciascuno vivrà brevi storie, condividerà con un amico o con un parente un’idea, un piccolo progetto o una proposta legata alla sua abituale attività. Chiederà aiuto per risolvere un problema o per soddisfare un’esigenza o semplicemente racconterà quanto accaduto nella giornata appena trascorsa”.

“Raffaele, il portiere di Palazzo Palladini, non abbandona mai la guardiola e, confidando in un po’ di quiete – spiegano gli autori di Un posto al sole -, si dedica alle parole crociate. Ma viene continuamente disturbato dagli inquilini del palazzo: prima tra tutti Giulia, che lo chiama in causa, insieme a Patrizio, per vincere finalmente la sua annosa sfida ai fornelli. In assenza di Silvia, ancora dalla madre a Indica, Diego si dà da fare per il Caffè Vulcano e con l’aiuto di Alex riattiva il servizio di delivery per i loro affezionati clienti”.

“Viola è alle prese con brevi lezioni di storia dell’arte da casa – scopriamo ancora -: in attesa di poter tornare ad ammirarle di persona, illustra ai suoi amici le bellezze di Napoli ma anche le tante meraviglie italiane, in particolare quelle delle zone più colpite dal virus. E ancora Bice, parrucchiera ed estetista sempre un po’ sopra le righe, in attesa di tornare al lavoro, si diverte a importunare Mariella e il fratello Sasà, preoccupato per il suo dottor Stranamore: ora che finalmente possono rivedersi, come si comporterà?”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Un posto al sole diventa Un po’ sto a casa, la soap opera in ver...