Torna Striscia la Notizia, ma le veline esistono ancora?

Striscia la Notizia torna ancora una volta, ma i telespettatori si chiedono: esistono ancora le veline?

Striscia la Notizia torna in tv, ma le veline esistono ancora? Da personaggi principali dello show, le ragazze che ballavano sul bancone del tg satirico sono state sempre più relegate al ruolo di figuranti. Oggi solo gli affezionati telespettatori (e quelli più attenti) del tg satirico sanno chi siano Shaila Gatta e Mikaela Neaze Silva, mentre alla fine degli anni Novanta tutti conoscevano Elisabetta Canalis e Maddalena Corvaglia. Le “veline per eccellenza” all’epoca erano delle vere e proprie star che occupavano le prime pagine dei magazine e dei giornali rosa, fra gossip, calendari sexy, interviste e ospitate tv.

La mora e la bionda erano le protagoniste indiscusse di Striscia la Notizia e milioni di italiani ogni sera non attendevano altro che il mitico stacchetto, sognando di fronte alle foto che ritraevano la Canalis innamoratissima con il suo Vieri. Furono proprio loro ad inaugurare il binomio velina-calciatore, che divenne un must degli anni Duemila e che ancora oggi sembra resistere, complice coppie come Giorgia Palmas e Davide Baroncini, Melissa Satta e Boateng, ma anche Federica Nargi e Matri.

La lista è lunga e negli anni ha riempito le copertine dei giornali di gossip. Pochi sanno che la velina, divenuta la figura simbolo del consumismo e termine spesso utilizzato (a torto) per indicare soubrette dalle scarse doti artistiche, in principio era nata per un fine nobile. Era il 1988 quando Antonio Ricci, nella trasmissione agli esordi intitolata Striscia la Notizia, decise di inserire alcune vallette incaricate di portare le veline, ossia le notizie ai conduttori.

Il termine velina non venne scelto a caso. Durante la Seconda Guerra Mondiale infatti serviva ad indicare i dispacci inviati dal Ministero della Cultura Popolare, con cui il regime fascista ordinava agli organi di stampa quali notizie far arrivare all’opinione pubblica. L’intenzione degli autori era quello di dimostrare al pubblico che la libertà di informazione era considerata a Striscia un diritto inviolabile.

Nel tempo questa accezione si è persa, divorata da una visione più popolare e meno radical chic delle veline, che sono diventate l’emblema della tv commerciale. Oggi sembrano una razza in via d’estinzione, soprattutto a Striscia la Notizia, dove hanno sempre meno spazio, a favore di conduttori di spessore come Ezio Greggio e Michelle Hunziker, vera forza femminile dello show.

Torna Striscia la Notizia, ma le veline esistono ancora?