Roberto Bolle svela: “Presto andrò in pensione”

Conduttore di "Danza con me" e grande artista, Roberto Bolle svela: "Presto andrò in pensione"

Roberto Bolle svela di essere pronto a ritirarsi dal mondo della danza e ad andare in pensione. Ballerino e grande artista, Bolle è un personaggio molto amato da pubblico. Ha alle spalle una carriera strepitosa durante la quale ha raggiunto numerosi record. Roberto infatti è stato il primo ballerino della storia a diventare Étoile del Teatro alla Scala di Milano e Principal Dancer dell’American Ballet Theatre di New York. Con il suo carisma e l’enorme talento, è riuscito a riportare al centro dell’attenzione pubblica la danza classica. In un’intervista a Sky Tg24, l’artista ha annunciato che molto presto andrà in pensione. “I ballerini vanno in pensione a 47 anni – ha spiegato -. Io ne ho 45, quindi sto per andare in pensione, andrò in pensione ad aprile 2022”.

“Secondo me è un buon compromesso – ha aggiunto -: fa strano dire che a 47 anni qualcuno vada in pensione, come età umana si è giovani, ma come età tersicorea in realtà non si è più così giovani. Iniziamo a ballare a livello professionistico quando abbiamo 19 anni e entriamo in compagnia. Iniziamo la scuola quando abbiamo 11 anni, adesso sono trent’anni che faccio questo lavoro e che spingo il mio fisico al massimo, ad altissimi livelli, chiedendo ogni giorno di più. Ma finché il fisico me lo consentirà andrò avanti”.

Nel corso degli anni Roberto Bolle è diventato anche un personaggio televisivo molto apprezzato, grazie al successo di Danza con me, lo show che viene trasmesso il primo giorno dell’anno e che ci sarà anche nel 2021. Nella prossima edizione del programma ci saranno tantissimi ospiti e amici di Bolle, fra cui Vasco Rossi. Roberto ha poi parlato delle difficoltà vissute in questo periodo segnato dall’emergenza Coronavirus. “Il mondo dello spettacolo dal vivo è colpito – ha detto -: chi è davanti, ma soprattutto i tantissimi lavoratori che stanno dietro, le tante famiglie che vivono di questo. Sono migliaia di persone in situazioni veramente drammatiche, tanti spettacoli sono cancellati per mesi, non è una situazione a breve termine, ma a lungo termine. Nella danza in questo momento la parte del contatto fisico è quella che manca. Per tutti, ma per un ballerino ancora di più. Siamo abituati ad avere una fisicità molto importante. Dover rinunciare a questa parte, limitarla al massimo, è necessario, ma altrettanto difficile”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Roberto Bolle svela: “Presto andrò in pensione”