Riccardo Fogli, il ricordo di Stefano D’Orazio da Barbara D’Urso

Riccardo Fogli, ospite di Barbara D'Urso, ricorda l'amico Stefano D'Orazio, batterista dei Pooh scomparso a 72 anni

Riccardo Fogli ricorda l’amico Stefano D’Orazio nel salotto di Barbara D’Urso. Il cantante dei Pooh è scomparso a 72 anni lasciando un enorme vuoto non solo nella vita della moglie Tiziana, ma anche in quella dei suoi amici di sempre, fra cui c’erano proprio la D’Urso e Fogli. Il cantante ha ricordato il primo incontro con il musicista. “Lui voleva portare il cappello anche sul palco. Era trasgressivo – ha svelato -. Il nostro produttore ha lottato molto per farglielo togliere. I Pooh il cappello non ce l’hanno”.

Fogli ha raccontato con affetto la reunion dei Pooh avvenuta nel 2016 al Festival di Sanremo 2016. “Nella reunion a Sanremo ho trovato un uomo diverso, molto solido, intellettuale – ha spiegato a Barbara D’Urso -. Era molto preparato. I Pooh sono fatti così. Da soli sono dei ca*****iatori, ma quando stanno insieme sono una società, non si può sforare, si rispettano i tempi e così via. Roby, Dodi e Red hanno lavorato su Stefano e su di me, ma con tenerezza e leggerezza, per convincerci a partecipare alla reunion. Io non vedevo l’ora. Non ci hanno messo molto a convincermi”.

La scomparsa di Stefano D’Orazio è stato un duro colpo per i Pooh. Dodi Battaglia, Red Canzian, Roby Facchinetti e Riccardo Fogli hanno cercato di tenere il più possibile riservata la notizia del suo ricovero in ospedale. “Tra di noi, piangendo, ci siamo comunicati che Stefano stava male […] Tenevamo tutto segreto. Volevamo che nessuno sapesse niente. […] Il fatto che Stefano non abbia potuto neanche fare una carezza a Tiziana (la moglie, ndr), credo sia la cosa che più distrugge chi è innamorato. L’idea di morire da soli quando per tutta la vita hai coltivato l’amicizia e l’amore. Un uomo non merita di morire da solo”.

Fogli è apparso visibilmente provato, mentre Barbara D’Urso si è lasciata andare alle lacrime. La presentatrice era molto legata a Stefano D’Orazio tanto che era stata la sua testimone di nozze nel matrimonio con Tiziana Giardoni. “Stefano non stava bene da un po’ – ha raccontato -. Giovedì sera ha iniziato ad avere la febbre alta e Titti ha chiamato l’ambulanza ed è stato portato in ospedale. In questo momento maledetto non si può entrare in ospedale, non si può stare vicino ai malati, non si possono quasi avere notizie. Per una settimana Stefano è stato da solo. Venerdì sera Tiziana ci aveva dato una speranza, sembrava che Stefano stesse un po’ meglio, poi non ce l’ha fatta. Titti mi ha detto: ‘Se ne è andato senza potermi fare una carezza’. È terribile. Stefano era la persona più solare, stava sempre con gli amici ed è morto da solo”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Riccardo Fogli, il ricordo di Stefano D’Orazio da Barbara D&#821...