Caso Prati: come doveva finire il piano su Mark Caltagirone. L’agente scrive nella notte: “Ho paura”

Mentre Eliana Michelazzo svela di avere paura, spunta il vero piano di Pamela Prati su Mark Caltagirone e le finte nozze

I riflettori sul caso Prati si stanno lentamente spegnendo e, mentre le tre protagoniste dell’affaire continuano ad accusarsi a vicenda, emergono nuovi inquietanti dettagli. Come sarebbe dovuto finire il piano riguardo il finto matrimonio e Mark Caltagirone?

A svelarlo Dagospia, secondo cui Pamela Prati, Eliana Michelazzo e Pamela Perricciolo avevano architettato una strategia per portare a termine le loro bugie e guadagnare moltissimi soldi. Prima che la verità venisse a galla e che le contraddizioni riguardo le nozze più chiacchierate dell’anno emergessero, le tre donne avevano elaborato un piano ben preciso.

Location, abito da sposa e banchetto nuziale erano stati scelti – nonostante le nozze non ci sarebbero mai state – per inscenare la cerimonia. La Prati si sarebbe preparata in compagnia delle amiche, vestendosi da sposa, in seguito però Mark Caltagirone non si sarebbe presentato all’altare, abbandonandola. In questo modo la showgirl sarda sarebbe riuscita ad ottenere il cachet di 40 mila euro, previsto per l’esclusiva a Verissimo, e avrebbe ottenuto tantissimi altri contratti da giornali e programmi tv, per raccontare la sua storia.

Come rivela Roberto D’Agostino, si trattava di un piano perfetto, perché se fosse stata lasciata il giorno delle nozze, nessuno avrebbe più indagato sull’identità di Mark Caltagirone e i riflettori si sarebbero spostati su Pamela Prati, divenuta vittima e ancora più amata dal pubblico.

Il piano, come sappiamo bene, alla fine è fallito miseramente e una dopo l’altra le protagoniste di questo intricatissimo caso sono state costrette a confessare. Fra accuse e rivelazioni, la situazione non è ancora chiara, ma c’è un’unica certezza: Mark Caltagirone non esiste.

Nel frattempo Eliana Michelazzo ha pubblicato nella notte un nuovo messaggio su Instagram, in cui afferma di essere vittima della situazione e di avere paura. “Eliana si preoccupa, Eliana si sentiva in colpa, Eliana era controllata – ha scritto -, Eliana aveva indicazioni giornaliere o serali, Eliana se non dava gli orari o sgarrava era rimproverata”.

L’ex manager della Prati sostiene di essere stata incastrata da Pamela Perricciolo, che le avrebbe fatto credere di essere sposata con Simone Coppi: “Eliana non poteva discutere con Simone che litigava con tutta la famiglia Coppi – ha aggiunto -, Eliana doveva dire cavolate perché era obbligata, Eliana non poteva star sola se non ci stava Pamela, Eliana non doveva discutere con la gente perché se no non prendeva le parti sempre di Pamela, Eliana ha vissuto gli stati d’ansia che aveva paura che il suo compagno la rimproverava. Eliana ha iniziato a vivere con il lavoro di più dopo che Pamela si è fatta il Bay pass, Eliana si è fatta forza sperando che un giorno viveva felice. Eliana ora ha solo paura”.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Caso Prati: come doveva finire il piano su Mark Caltagirone. L’a...