Montalbano, Michele Riondino svela: “Rifiutai il ruolo. Decisivo Camilleri”

Michele Riondino svela un retroscena su Montalbano e l'incontro con Andrea Camilleri che si rivelò decisivo

Il ruolo del giovane Montalbano ha regalato un grande successo a Michele Riondino. Pochi però sanno che l’attore era sul punto di rifiutarlo, a fargli cambiare idea fu Andrea Camilleri, il creatore delle avventure del celebre commissario. A raccontarlo è stato proprio l’artista in una lunga intervista a Repubblica in cui ha svelato i segreti della serie che racconta la vita di Salvo Montalbano nella sua Vigatà durante i primi anni del suo lavoro.

“Il produttore Carlo Degli Esposti ha dovuto insistere, all’inizio avevo rifiutato – ha svelato Riondino -. Ero intimorito, Montalbano aveva avuto un tale successo che mi sembrava un rischio enorme. Carlo non mollò ed io posi delle condizioni: di confrontarmi con Camilleri perché mi spiegasse bene il ruolo e di rispettare la lingua siciliana. Un incontro bellissimo – ha ricordato, parlando dell’incontro con lo scrittore nella sua casa su Monte Amiata -: mi spiegò tutto quello che da lettore ero curioso di sapere: dal legame difficile col padre al rapporto pessimo con le donne. Nasce da lontano, dalla morte della madre: è stato come se gli avessero strappato un arto. Poi ho incontrato anche Luca Zingaretti”.

Le prime due stagioni del Giovane Montalbano sono andate in onda nel 2012 e nel 2015 ottenendo un grande successo. Una sfida vinta per Riondino, che è riuscito a farsi amare dal pubblico, molto affezionato all’attore Luca Zingaretti che ha da sempre prestato il volto al commissario creato dalla penna di Camilleri. “Il successo della serie sorprese anche noi – ha rivelato Michele – ma dimostra il legame stretto del pubblico col mondo dello scrittore”. La terza stagione della serie non è mai andata in onda, ma non è escluso che possa essere realizzata in futuro.

Qualche settimana fa Zingaretti aveva parlato del futuro della serie tv dedicata a Montalbano, segnata dalla morte di tre figure importanti: lo scrittore Andrea Camilleri, il grande regista Alberto Sironi e il noto scenografo Luciano Ricceri. “Montalbano? Voglio riflettere e vedere se è il caso di finirla qua  – aveva rivelato – oppure se prendere il testimone e concludere in bellezza con l’ultimo romanzo che è nella cassaforte di Sellerio”.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Montalbano, Michele Riondino svela: “Rifiutai il ruolo. Decisivo...