Hugh Grant compie 60 anni: il fascino senza tempo di un gentiluomo inglese

I 60 anni di Hugh Grant, re delle commedie romantiche e gentiluomo inglese dal grande fascino

Attore, sex symbol e gentiluomo dal fascino senza tempo: Hugh Grant compie 60 anni. Occhi azzurri, sorriso dolce e quell’aria un po’ da imbranato l’hanno reso uno dei divi più amati di sempre, protagonista di indimenticabili commedie romantiche. Da Notthing Hill a Il diario di Bridget Jones, sino a Mickey occhi blu, Grant è riuscito a entrare nel cuore e nei sogni di milioni di fan, diventando una star internazionale.

Figlio di un dirigente d’azienda e di un’insegnante, nasce a Londra e dopo la laurea in Letteratura inglese ad Oxford, sceglie di iniziare una carriera come attore. Nel 1987 vince la Coppa Volpi a Venezia per la sua straordinaria interpretazione in Maurice di James Ivory dove vestiva i panni di uno studente gay. Ma il vero successo arriva nel 1994 quando recita in Quattro matrimoni e un funerale, interpretando il timido Charles. Quel ruolo gli calza così a pennello che quell’aria timida lo accompagnerà per tutta la sua carriera.

Grazie al film in cui recita con Andie MacDowell ottiene un Golden Globe e un BAFTA. Da allora inizia una lunga carriera fatta di commedie romantiche, successi, ma anche brusche frenate causate dai suoi problemi nella vita privata. Se sul grande schermo Hugh Grant interpreta sempre uomini imbranati e dolci, la sua esistenza lontano dai riflettori è molto diversa.

“Per me è molto più difficile recitare la parte di un buono che di un cattivo perché io non sono buono”, ha raccontato qualche tempo fa. Nel 1995, un anno dopo aver raggiunto la fama mondiale, viene arrestato dalla polizia di Los Angeles con l’accusa di atti osceni in luogo pubblico per essersi appartato con una prostituta. Nel 2007 viene fermato di nuovo, questa volta per aver aggredito un fotografo. Negli anni Duemila termina la sua storia d’amore con Elizabeth Hurley, dopo 13 anni e qualche scandalo.

Negli ultimi anni Hugh Grant ha deciso di cambiare vita grazie soprattutto ai suoi cinque figli, nati da due compagne diverse: Tinglan Hong, suo amore sino al 2012, e Anna Elisabet Eberstein, che è diventata sua moglie. “Certe volte, a notte fonda, mi sorprende pensare di essere ormai nel terzo stadio della vita – ha raccontato qualche tempo fa a Io Donna -. Dopo una partita a tennis mi sento un pezzo di legno e la situazione non migliorerà col passare degli anni, anzi presto dovrò farmi un’anca nuova… Non è granché sexy, ma – sa cosa? – è anche una tale liberazione non dovere più apparire come l’ “attraente e giovane protagonista”. Che gran piacere potersi rilassare”.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Hugh Grant compie 60 anni: il fascino senza tempo di un gentiluomo ing...