GF, Barbara Palombelli svela il doloroso retroscena sull’adozione di Serena Rutelli

Barbara Palombelli svela per la prima volta un doloroso retroscena sull'adozione di Serena Rutelli, sua figlia e concorrente del GF

L’ultima puntata del Grande Fratello è stata particolarmente emozionante per Serena Rutelli, che ha ricevuto una lettera dalla madre biologica. La donna l’ha abbandonata insieme a sua sorella quando era molto piccola e, dopo un periodo in un istituto, la ragazza è stata adottata da Barbara Palombelli e Francesco Rutelli.

Nella casa di Cinecittà e davanti alle telecamere di Barbara D’Urso, Serena ha raccontato il dramma dell’abbandono, ma anche la gioia di avere finalmente una famiglia. Oggi il legame con i genitori adottivi è fortissimo, tanto che la concorrente del GF ha rifiutato di leggere la lettera scritta dalla donna che l’ha abbandonata e che aveva espresso il desiderio di incontrarla.

Fra le lacrime, nel corso della diretta, Serena ha affermato di considerare come madre la donna che l’ha cresciuta: Barbara Palombelli. La conduttrice di Forum ha raccontato il difficile percorso dell’adozione nella sua autobiografia che uscirà il prossimo 14 maggio. Fra le pagine del libro, la giornalista ha svelato i primi incontri con Serena e Monica, svelando alcuni dettagli agghiaccianti, come le minacce di morte pronunciate dal padre biologico, un uomo “violento e pericoloso” che le terrorizzava.

“Il loro padre, che non era in carcere, continuava a vagabondare – ha spiegato la Palombelli -. Le ultime parole che aveva pronunciato all’indirizzo delle suore e che le bambine avevano sentito benissimo erano state gridate: ‘Un giorno tornerò e vi ucciderò tutte’. Ogni tanto Serena continuava a chiedermi: ‘Non è che un giorno ci trova?‘”.

L’uomo, che in seguito è morto di tubercolosi, aveva abbandonato le bambine in un orfanotrofio dopo che anche la madre biologica se ne era andata. La donna, che oggi è una clochard, in tutti questi anni è stata assente dalla vita di Serena, che è cresciuta conoscendo finalmente il calore di una famiglia e l’affetto dei genitori adottivi.

“Già salire sulla mia macchina a loro sembra una festa – ha ricordato Barbara Palombelli -. Le loro risposte sono commoventi e agghiaccianti allo stesso tempo: hanno dieci e sette anni, ma non hanno mai festeggiato un compleanno, mai un Natale in famiglia, mai visto il mare, mai un film, mai un ascensore, mai uscite con il buio, mai frequentato un fast food, mai fatto uno sport”.

GF, Barbara Palombelli svela il doloroso retroscena sull’adozion...