Giulia Arena si racconta: dal Paradiso delle signore al suo impegno contro il cancro

Intervista a Giulia Arena che ci racconta della sua collaborazione con AIRC. Ma anche dei colpi di scena al Paradiso delle signore e della sua gelosia per il fidanzato

Giulia Arena, classe 1994, viene incoronata Miss Italia nel 2013 e da allora non si è mai fermata. Conduttrice e attrice di successo, dal 2018 è Ludovica nella serie Il paradiso delle signore e recentemente l’abbiamo vista interpretare Gioia nella nuovissima fiction, Bella da morire, con Cristiana Capotondi.

Non solo bravissima e bellissima, Giulia Arena è anche impegnata nella lotta contro il cancro e già da quattro anni è testimonial della Fondazione AIRC. Sempre in prima linea nella prevenzione ai tumori, adesso è il volto dell’importante appuntamento con L’Azalea della Ricerca che per la prima volta viene venduta online.

Giulia ci ha raccontato della sua collaborazione con AIRC, dell’esperienza sul set di Bella da morire e di quello che accadrà a Ludovica nel Paradiso delle signore. E non nasconde la sua gelosia per il fidanzato.

Cosa significa essere testimonial AIRC? E come è nata questa collaborazione?
Come la maggior parte delle cose belle, è nata per caso. Quattro anni fa ricevo una telefonata da AIRC. Conoscevo molto bene la loro realtà, ma mai avrei potuto credere di poter essere utile alla loro causa, essendo molto (forse troppo) giovane. Eppure, forse, proprio la mia età poteva aiutare AIRC ad avvicinare e sensibilizzare tutte quelle giovani donne che vedono la prevenzione ai tumori come qualcosa di impalpabile e lontano.
Ad oggi, continuo a credere che il mio impegno per AIRC mi dia più di quanto io riesca a dare. La sensibilizzazione che cerco di fare, giorno dopo giorno, insegna anzitutto a me il valore della ricerca e della prevenzione, ad ogni età. A questo proposito mi fa piacere ricordare a tutti i tuoi lettori l’appuntamento con L’Azalea della Ricerca, fiore simbolo della ricerca sui tumori che colpiscono le donne. Per la Festa della Mamma quest’anno si potrà ordinare su Amazon e riceverla direttamente a casa per abbracciare tutte le mamme anche stando lontani! Una bella idea per tutti noi e soprattutto un gesto concreto per continuare a sostenere il lavoro dei ricercatori AIRC.

Uno stile di vita sano protegge dal rischio cancro e favorisce la bellezza: segui qualche dieta particolare?
Devo essere sincera, sono sempre stata una buona forchetta e non ho mai sentito la necessità di seguire una dieta in particolare, ma credo che ciò che faccia davvero la differenza sia il seguire delle piccole sane abitudini: ad esempio, non mi privo mai di un buon piatto di pasta, ma escludo dalla mia alimentazione ogni genere di bevanda alcolica, zuccherata o gassata.
La mia vita frenetica, tra la spola Milano – Roma e gli orari del set, non mi permettono di seguire un allenamento quotidiano, ma quando non riesco ad andare in palestra cerco sempre di concedermi una lunga passeggiata per la città, una commissione in bicicletta invece che in auto, o qualche esercizio di stretching o pilates di fronte ad un film.

Quali segreti nasconde la tua beauty routine?
Come ti dicevo, cerco di seguire delle piccole buone abitudini che possano accompagnarmi ovunque io sia, qualsiasi sia la mia routine di quel periodo.
Le mie “regole” fondamentali sono: cercare di avere sempre un sonno di qualità (niente ore piccole, se non per esigenze lavorative), movimento all’aria aperta (cerco di trascorrere quanto più tempo possibile nei parchi, tra un lavoro e l’altro), mangiare bene (non mi privo di nulla, ma preferisco preparare io sughi invece di comprarli pronti, e quando riesco panifico a casa!) e, sopratutto, niente alcolici e niente fumo!

Recentemente ti abbiamo vista in tv nella serie Bella da morire: ci racconti di questa esperienza?
È stata un’esperienza estremamente intensa. Inaspettata, se vogliamo! Ho ricevuto la chiamata per il provino il giorno di pasqua e pochissimi giorni dopo il casting ho scoperto di aver ottenuto il ruolo, ed abbiamo iniziato le riprese poco dopo. Bella da Morire è stata una realtà umanamente e professionalmente rara. Ho sperimentato molto nel ruolo di Gioia, e ho messo alla prova molte mie fragilità nascoste. E al contempo ho avuto modo di lavorare e confrontarmi con colleghi estremamente talentuosi, e con un regista incredibile. È un’esperienza che porterò dentro sempre.

Mentre dal 2018 interpreti Ludovica ne Il paradiso delle signore: ci puoi dare qualche anticipazione sul tuo personaggio?
Ludovica è da sempre un personaggio molto controverso. Amato e odiato dal pubblico. Antagonista per certi versi, ma sempre mossa da questo suo desiderio d’amore.
Nel corso delle ultime puntate abbiamo svelato la sua gravidanza e la proposta a Riccardo di costruire insieme una famiglia, ma purtroppo queste scene sono state girate a ridosso del lockdown ed anche noi siamo stati costretti a interrompere le riprese.
Sicuramente il finale di stagione avrà molti colpi di scena, anche e sopratutto legati al personaggio di Ludovica e di questa sua “particolarissima” gravidanza!

Nel 2013 sei stata eletta Miss Italia, quanto il concorso ha influenzato la tua carriera?
Direi che l’esperienza di Miss Italia è stata determinante per il mio percorso lavorativo.
Convinta a diventare Magistrato, o avvocato in campo internazionale, appena diplomata mi sono iscritta alla facoltà di Legge e trasferita a Milano per studiare. Nel corso di un mese Miss Italia ha stravolto ogni mio piano, ho trascorso tutto l’anno successivo viaggiando in ogni angolo d’Italia, con l’opportunità di fare mille esperienze diverse e coltivare passioni che non credevo di avere. Durante l’anno in carica ho iniziato a condurre il mio primo programma televisivo, su La7. Poi ne è arrivato un altro e un altro ancora, e dopo qualche anno sono passata a condurre in Rai. Poi, come “un fulmine a ciel sereno”, è arrivato il provino per Il paradiso delle signore e da quel momento il mio percorso ha avuto un’ulteriore piacevole deviazione, con l’inizio della mia carriera da attrice.

Ho letto che il tuo fidanzato è geloso dei baci che dai sul set: è vero? Come avete risolto la questione?
Per fortuna non ha mai avuto una gelosia morbosa (anzi, nella coppia quella gelosa sono io!).
Cerca di non guardare le scene più tenere delle serie che ho girato, come si suol dire “occhio non vede, cuore non duole”, ma a parte qualche battuta non ha mai gravato sulla mia scelta di intraprendere il percorso attoriale, anzi, è da sempre il primo sostenitore (nonostante i baci sul set!).
Il patto, chiaramente unilaterale, è questo: quando c’è qualche bacio sul set, mi devo occupare io di svuotare lavatrice, lavastoviglie e asciugatrice. Una piccola vendetta, oserei dire.

Qual è la prima cosa che farai alla fine del lockdown?
Vorrei tornare a vivere il mio mare siciliano, e rivedere la mia famiglia, troppo lontana in questo periodo. Aspetto pazientemente che torni un cielo sereno, credo che affrettare le cose o optare per scelte egoistiche sia quanto di peggio si possa fare in questo momento di grande fragilità.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Giulia Arena si racconta: dal Paradiso delle signore al suo impegno co...