GF Vip, Bettarini non ci sta con la squalifica: “Pedina dello share”

Stefano Bettarini espulso dopo sole 72 ore dentro la Casa del GF Vip per aver bestemmiato. Ma lui non ci sta ed esprime il suo dissenso sui social

“È durato meno di un gatto in tangenziale“: così avrebbe chiosato la sua ex moglie Simona Ventura, di fronte all’ espulsione di Stefano Bettarini dalla Casa del GF Vip, dopo soli 72 ore dal suo ingresso. Stefano ha bestemmiato, Stefano è stato punito. Inutile girarci troppo intorno, usare l’attenuante della “toscanità” per giustificare il suo linguaggio colorito. La bestemmia c’è stata e il GF non perdona (quasi) mai.

“Da te non me l’aspettavo, una vecchia volpe navigata dei reality” gli ha detto Signorini visibilmente dispiaciuto per la presenza lampo dell’ex calciatore nel reality. Che, lui lo sa bene, avrebbe sicuramente aggiunto pepe al programma.

Ho sbagliato, va bene così, non dovete dispiacervi o essere tristi” ha commentato a caldo il Betta, di fronte alle lacrime della De Blanck e allo sguardo attonito degli altri coinquilini. Peccato che la sua accondiscendenza e comprensione si svanita velocemente, tanto quanto la sua presenza in Casa.

Il giorno dopo la sua squalifica, sul suo account Instagram, è comparso un post in cui Stefano ha espresso non solo il suo rammarico, ma anche e soprattutto la sua delusione e il disaccordo con la scelta del programma, sentendosi, a suo dire, “sfruttato in nome dello share”.

Cacciato per un’espressione colorita, per un’uscita di quelle un po’ eccessive e chiassose, come spesso siamo noi toscani.
Espulso per una “parolaccia”.
Non ho bestemmiato, non l’ho mai fatto e non lo farei mai.
“Madoska” l’ho sentito dire spesso, per rabbia, per gioco, come intercalare. Lo uso e l’ho usato per quello che é, una storpiatura di un’altra parola che altrimenti sarebbe blasfemo pronunciare; una parola modificata nel gergo volgare proprio per evitare la censura sociale, per non risultare offensiva e imperdonabile. Più di tutto mancava proprio quello, l’intenzione di essere irriverente e irrispettoso verso la mia religione. Trovo perció sproporzionata la “sanzione” e, dopo 21 giorni di quarantena e 5 tamponi, mi sento preso in giro; la pedina di un gioco al rialzo…
Dello share. •

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963