Gerry Scotti presto nonno. E si prende una pausa dal lavoro

Gerry Scotti, dopo il ricovero in ospedale, ha deciso di prendersi una pausa dalla tv, dedicandosi alla famiglia

Dopo la battaglia contro il Covid e il ricovero in ospedale a un passo dalla terapia intensiva, per Gerry Scotti è arrivato il momento di riprendere in mano la propria vita.

Il celebre conduttore infatti ha deciso di prendersi una pausa dal piccolo schermo, dopo la finale di Tu Si Que Vales, anche se vedremo ancora per un po’ Scotti in tv con le repliche di Caduta Libera.

Gerry però adesso ha deciso di dedicarsi alla sua famiglia e prepararsi a una nuova avventura, quella da nonno. Lo scorso ottobre, infatti, ai microfoni di Verissimo, aveva annunciato che suo figlio Edoardo – frutto dell’amore con  l’ex moglie Patrizia Grosso – sta per diventare papà di una bambina.

A Silvia Toffanin aveva raccontato: “Ci siamo trovati ai giardini a Milano e lui mi è venuto incontro con uno strano pacchettino che conteneva un ciuccio. Sono molto felice per loro. Ho solo un cruccio però. Io, figlio unico, ho fatto un figlio unico. Ora mi aspetto dei nipotini multipli. Ne vorrei altri due, però deve essere d’accordo anche la moglie di Edoardo”.

La notizia dell’arrivo della nipotina ha sicuramente dato a Gerry la forza di superare quei giorni difficili in ospedale, tra la paura e il dolore.

Il conduttore infatti è arrivato nell’anticamera della terapia intensiva: “Io li vedevo tutti, vedevo 24 persone immobili, intubate, come nei film di fantascienza. Pregavo per loro invece che pregare per me. Quando ho raggiunto lo stadio massimo di necessità di assistenza mi hanno fatto indossare il casco salvifico, è l’ultimo step indolore della terapia prima che ti intubino”, aveva raccontato in una lunga intervista al Corriere della Sera.

Scotti, come tanti altri che hanno combattuto l’infezione da Coronavirus, ha anche raccontato di aver perso dieci chili. Fondamentale in questo periodo anche la vicinanza con Carlo Conti, che ha vissuto la stessa esperienza: “C’è stata una fratellanza di virus che ci ha legato e ci ha fatto sentire vicini. La nostra telefonata quotidiana era un’iniezione di ottimismo e una corsa insieme verso la guarigione”, ha dichiarato il presentatore Rai.

Adesso che il peggio è passato e l’ospedale è solo un brutto ricordo, Gerry non vede l’ora di passare il suo tempo libero a fare il nonno e a godersi i suoi cari: “Mi rimbambirò anch’io come ho visto rimbambirsi i miei amici quando hanno vissuto questa esperienza”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Gerry Scotti presto nonno. E si prende una pausa dal lavoro