Franca Valeri, l’omaggio della Loren e il lungo addio

Sophia Loren omaggia Franca Valeri nel giorno dell'addio all'attrice con orchidee e rose rosa

Anche Sophia Loren ha voluto omaggiare Franca Valeri, la grande artista morta all’età di 100 anni, inviando rose rosa e orchidee alla camera ardente allestita al teatro Argentina. Nonostante sia lontana, l’attrice ha voluto comunque ricordare la collega, conosciuta sul set del famosissimo film Sotto il segno di Venere. “Sophia Loren mi ha chiamato questa mattina per chiedermi di portare un cuscino di fiori per Franca Valeri, ha scelto rose rosa e orchidee”, ha spiegato al Corriere della Sera il fioraio di via Flaminia che ha consegnato l’omaggio floreale.

Nella pellicola del 1955 diretta da Dino Risi, Franca Valeri e Sophia Loren interpretavano due cugine molto diverse fra di loro, alle prese con personaggi maschili particolari a cui prestavano il volto Alberto Sordi e Peppino De Filippo. Da allora sono trascorsi molti anni, ma il legame di Franca e Sophia è continuato anche lontano dai riflettori. Per questo la grande attrice ha voluto mostrare tutto il suo affetto alla collega, inviandole orchidee e rose come ultimo regalo d’addio.

Come annunciato dalla figlia Stefania Bonfadelli, il funerale si svolgerà in forma privata, mentre il pubblico e gli amici hanno potuto dire addio a Franca Valeri nella camera ardente allestita al teatro Argentina. La signora della tv e del cinema ha ricevuto il saluto di tante persone comuni, ma anche personaggi famosi. Non solo Sophia Loren, a salutare l’artista sono stati anche Leopoldo Mastelloni, Kaspar Capparoni, Simona Marchini, Pino Strabioli, Tullio Solenghi, Urbano Barberini, Francesco Rutelli, le volontarie dell’Associazione animalista Franca Valeri Onlus e il maestro Roberto Cappucci.

“Se ne è andata nel sonno – ha raccontato la figlia a Robinson –. Sopita, come ormai era da almeno tre settimane. Un addio alla vita con dolcezza, tranquillità”. Oltre ai funerali privati, il luogo di sepoltura non verrà svelato. “Saranno in forma strettamente privata, come lo sarà anche la tumulazione che per il momento non vorrei dire dove avverrà. Sono rimasta sconvolta da quello che anni fa accadde a Mike Bongiorno, quando sconosciuti trafugarono le sue spoglie. Non vorrei mai che succedesse qualcosa di simile. No, no non c’è stata nessuna minaccia, né episodi di cui preoccuparsi. È solo una mia paura, niente di più […] Franca aveva schiere di adoratori, appassionati, gente meravigliosa ma, talvolta, al limite del fanatismo. Ecco io vorrei solo preservare il suo riserbo. Tutto qui. Magari più avanti diremo dove è la sua tomba”.

Sonia Bonfadelli era la persona che conosceva più di tutte Franca Valeri. “Era uguale a quella pubblica – ha ammesso -. Una donna forte e sana, e non è vero che aveva il Parkinson come qualche giornale ha scritto. Il suo era solo un tremore senile”. Sonia ha poi raccontato la sua adozione da parte dell’attrice. “È una adozione da adulti, avvenuta col permesso dei miei genitori a cui io non ho mai rinunciato – ha rivelato -. Credo che a un certo punto lei abbia sentito l’esigenza di una famiglia e ha trovato me, mia figlia, il mio compagno. Credo le fosse dispiaciuto non avere avuto figli”.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Franca Valeri, l’omaggio della Loren e il lungo addio